lunedì 30 aprile 2012

MARVEL VINTAGE 8

Puntate precedenti

Ci eravamo lasciati nel 1944, anno abbastanza ricco di uscite da parte della Timely Publications. Oltre al fumetto "rosa" Tessie the typist e il doppio rilancio degli Young Allies su Amazing Comics prima e Complete Comics dopo, andiamo a vedere cosa propose la casa editrice durante l'arco dell'annata.

Ancora serie umoristiche grazie ai cari e convenienti animali antropomorfi: l'antologico Comic Capers esordisce nell'autunno del 1944 proponendo le avventure dei già noti Ziggy Pig, Silly Seal e Super-Rabbit. Stesso tipo di contenuti per l'albo Animated Funny Comic Tunes che esce per la prima volta nell'estate del '44 con il numero 16 concludendosi poi con l'uscita numero 23 e per l'esordio di Ideal Comics che conterà solamente quattro uscite.

Cover di Comics Capers 1 di Vince Fago (autunno 1944)

Funny-Tunes 16 (estate 1944), artista sconosciuto

Ideal Comics 1 (autunno 1944), artista sconosciuto


Oltre agli albi antologici i personaggi più famosi delle serie umoristiche della Timely si fregiavano di albi che portavano in copertina il nome di questi strampalati animaletti. Sempre nel 1944 si vide la nascita di Super Rabbit e Ziggy Pig-Silly Seal.

Super Rabbit 1, artista sconosciuto (1944)

Ziggy Pig-Silly Seal Comics 1, artista sconosciuto ('44)


La casa editrice non ha ovviamente abbandonato i supereroi, con il numero 9 Daring Mystery Comics si trasforma semplicemente in Daring Comics continuando a presentare le avventure della Torcia Umana e di Namor il Sub-Mariner.

Cover di Daring Comics 9 di Alex Schomburg, autunno 1944


Mystic Comics invece uscì nell'ottobre del 1944 e vide solamente quattro volte l'edicola. Le prime tre copertine ritraevano L'Angelo, personaggio ormai annoverato tra i classici della Timely, il quarto numero vedeva in prima fila nuovamente gli Young Allies.

Cover di Mystic Comics 1 (Ottobre 1944) di Syd Shores


Per ridare nuovo slancio al genere supereroico tentando di avvicinare a esso il pubblico femminile, già dal gennaio del 1944 venne lanciato un nuovo titolo dedicato alla super-eroina Miss America. In realtà il personaggio aveva esordito già in Marvel Mystery Comics 49 l'anno precedente grazie alla mente di Otto Binder e alle matite di Al Gabriele. Dal secondo numero l'albo Miss America diventerà un magazine dove personaggi e storie adolescenziali come quelle di Patsy Walker prenderanno il sopravvento sulle storie a tema supereroico. Da segnalare che il personaggio di Miss America sposerà la Trottola e le loro peripezie avranno qualche sviluppo anche nell'epoca moderna della Marvel. Per capire come, tenete d'occhio la ristampa della favolosa X-Statix di Milligan e Allred.

Cover di Miss America Comics 1 (Gennaio 1944) di Ken Bald


Nel secondo numero dell'albo la veste si trasforma in quella di  magazine ed esordisce Patsy Walker con le sue storie rosa. La particolarità del personaggio è che la Walker, nel 1976 diventerà l'eroina Hellcat affiliata al noto gruppo dei Vendicatori. Con il cambio di rotta anche l'editor Vince Fago (che all'epoca sostituiva Stan Lee) lascia il posto a Bessie Herman Little.

Miss America Comics 2 (Novembre 1944)

Cover di Miss America Comics 3 (Dicembre 1944) di Louise Altson


Nel marzo del 1944 la Timely diede alle stampe il primo numero di Gay Comics. Nell'autunno dello stesso anno la pubblicazione di Gay Comics riprese con il numero 18. Al momento non è dato sapersi dove siano finiti i numeri dal 2 al 17 e perché si sia ripresa la numerazione proprio dal diciottesimo numero.

Cover di Gay Comics 1 del marzo 1944 (artista sconosciuto)

Cover di Gay Comics 18 del settembre 1944 (artista sconosciuto)


L'albo presentava le storie di personaggi come Millie the model, Tessie the typist e Nellie the nurse.

Unico numero di Junior Miss del 1944. Cover di Mike Sekovsky


Continua...

7 commenti:

  1. Di Miss America Comics 3 mi piace il vestito: vedi che bei colori sobri? E la sua mano destra? Sembra pronta a sollevarsi in volo col pugno in avanti, ma anche lì lì per alzare il mignolo e prendere una tazza di tè ;)
    Il coniglio rosa invece non mi piace perché, a parte le misure da palestrato/errore della natura, con quel colore sembra un coniglio senza pelle (è sopravvissuto ad un serial killer, ed è diventato un eroe che salverà l'umanità dagli psicopatici?)
    ps. anche con Miss America ci farei una cartolina d'auguri

    RispondiElimina
  2. Le copertine della serie MARVEL VINTAGE mi piacciono tantissimo!
    Ho iniziato a costruire un raccoglitore per i tuoi articoli :) Che ne pensi? Cosa devo cambiare? Vuoi scrivere un'introduzione diversa? Guarda qui...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono riuscito a vedere solo ora il tuo lavoro. Davvero un bel lavoro, grazie mille! Decisamente ben riuscito l'header delle pagine, ora mi rileggo un po' di roba tutta d'un fiato.

      Grazie ancora!

      Elimina
  3. Patsy Walker su Miss America? La Hellcat dei difensori? Questa me la ero proprio persa. Carrellata sul passato molto interessante, come al solito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti anche io non avevo mai collegato i due nomi, pensavo fossero personaggi totalmente distinti. Non si finisce mai di imparare :)

      Elimina
  4. Firma, il viaggio nel passato della MARVEL mi sta appassionando oltremodo :)
    Quando ho visto questo mi sono pure commossa... Indietro nel tempo: 1939!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima questa immagine, non l'avevo ancora vista!

      Elimina