lunedì 24 settembre 2012

UNDERDOG - STORIA DI UN VERO SUPEREROE

(di Frederik du Chau, 2007)

Pare proprio che i tempi dei classici senza tempo della Walt Disney dedicati alle famiglie, vedi Mary Poppins, Pomi d'ottone e manici di scopa, Quattro bassotti per un danese, Il gatto venuto dallo spazio, Un maggiolino tutto matto e via discorrendo siano inevitabilmente tramontati. Anche in tempi più recenti (relativamente) il colosso dell'intrattenimento aveva proposto cose divertenti come Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi o i lungometraggi dedicati ai Muppet.

Ora come ora se fate un giro in rete anche prodotti come questo Underdog vengono considerati un buon intrattenimento per famiglie. Nulla di male nel film, pensato per i più piccoli e una volta tanto non per i genitori (cosa che considero positiva), un animale come protagonista che si va sul sicuro e i classici contenuti da storia a lieto fine.

Personalmente non l'ho trovato un gran prodotto, guardabile, una pellicola che ha colto nel segno in quanto Laura si è divertita parecchio, mia moglie si è addormentata dopo cinque minuti e io sono arrivato ai titoli di coda senza suicidarmi. Può bastare per un sabato sera di relax (certo che ci sarebbe di meglio da fare).

Guardandosi indietro però il divario risulta netto e palesemente a favore dei bei tempi andati. Sarà solo nostalgia perché quei bei tempi andati erano anche i miei o la produzione disneyana recente è davvero al ribasso?

La storia è piacevole nella sua semplicità fanciullesca: uno dei peggiori cani poliziotto del dipartimento di Capitol City, un beagle, dopo aver combinato un mezzo disastro, finisce nelle grinfie di uno scienziato dall'instabile equilibrio mentale. Accidentalmente il Beagle verrà esposto a sostanze chimiche che lo trasformeranno in un super-cane.

Dopo essere fuggito verrà adottato dal guardiano Dan (Jim Belushi) che lo porterà in dono al figlio Jack (Alex Neuberger) con il quale sta cercando di re-instaurare un rapporto dopo la morte della madre. Dopo un approccio inizialmente conflittuale e dopo che le capacita del cane, ribattezzato Shoeshine, si sono manifestate il ragazzo e l'animale diverranno inseparabili.

Starà proprio al nuovo eroe Underdog (con tanto di identità segreta), salvare Capitol City dalle macchinazioni dello scienziato Barsinister (Peter Dinklage) e del suo aiutante (Patrick Warburton).

Le caratteristiche per diventare un buon film per famiglie ci sono: il malvagio e il suo aiutante macchietta, il rapporto difficile padre/figlio, il legame con l'animale fuori dal comune, qualche ammiccamento a Superman e a Lilli e il Vagabondo, non mancano neanche una ragazzina e una cagnetta per far palpitare i cuori dei due protagonisti. Eppure ci si volta, si guarda indietro e sembra che manchi proprio qualcosa.

2 commenti:

  1. credo di non potercela fare :)
    è quel mantello... si è decisamente quello che mi scoraggia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti può consalare le scene dove lo indossa non sono poi molte :)

      Elimina