lunedì 8 aprile 2013

MARVEL VINTAGE 17 - MOTION PICTURE FUNNIES WEEKLY

Puntate precedenti

Cover di Flichock o di Schwab?
Come accennato la volta scorsa, da questo appuntamento di Marvel Vintage si cambierà un po' la formula dei post dedicati alla storia della Marvel Comics, parliamo dei tempi in cui la casa editrice si chiamava ancora Timely Publications. Finora abbiamo visto per sommi capi le varie proposte, i vari generi e le diverse pubblicazioni ideate dalla casa editrice di Martin Goodman dal 1939 al 1951, anno in cui la casa editrice cambiò nome in Atlas Comics. Ora torniamo nuovamente agli esordi per vedere se è possibile approfondire alcuni argomenti, trovare nuove immagini o semplicemente divertirsi a scovare nuove curiosità su personaggi ormai dimenticati e alcune su quelli più celebri e amati.

Come già detto in passato, a dare simbolicamente il via alla produzione della Timely fu l'albetto Motion Pictures Funnies Weekly del 1939, rivista gratuita destinata alla distribuzione nei cinema che vide però una sola uscita stampata in una tiratura limitatissima. Le informazioni che si hanno sulla sua pubblicazione sono arrivate ai giorni nostri grazie al ritrovamento di sette copie di questo albo durante una vendita privata risalente al 1974.

All'epoca, i contenuti degli albi non erano ancora creati direttamente da uno staff di autori facenti capo alla Timely bensì da un collettivo esterno che realizzava fumetti su commissione per altre case editrici. L'agenzia era la newyorkese Funnies Inc. fondata da Lloyd Jacquet, all'epoca art-director della Centaur Publications. Tra le fila dell'agenzia di creativi si annoveravano nomi come Carl Burgos, Bill Everett e anche quello dello scrittore Mickey Spillane, tutti artisti che collaboravano con la Funnies Inc. in qualità di free-lancer.

L'importanza di questo albetto di 36 pp. in b/n, che non uscì per la Timely ma targato appunto Funnies Inc., sta nelle otto pagine che vedono l'esordio di Namor il Sub-Mariner creato da Bill Everett, personaggio che diventerà uno dei tre portabandiera della casa editrice di Goodman nei suoi primi anni di vita. Oltre alle poche copie ritrovate, dell'albo si conoscono anche le illustrazioni che avrebbero dovuto diventare le cover dei successivi tre numeri purtroppo mai pubblicati.

Cover di Martin Flichock

Nasceva così nell'aprile del '39, il primo supereroe della Marvel Comics, un caratteraccio che imperversa ancor oggi in numerosi fumetti della casa delle idee, attualmente tra le fila degli X-Men. Qualche altra notizia sui contenuti dell'albo: esordio anche per American Ace di Paul J. Lauretta e per le strip di Spy Ring a opera di Jay Fletcher, Kar Toon and his Copy Cat di Martin Flichock e Jolly the Newsie di George Peter.

Martin Flichock e Fred Schwab si contendono la paternità della cover dell'unico albo andato in stampa mentre le cover dei numeri 2 e 4 sono Flichock e quelle del terzo di Max Neill. Nonostante le notizie più facilmente reperibili (Wikipedia, Marvel Wikia, etc...) riportano a questo Motion Pictures Funnies Weekly 1 la prima apparizione di un personaggio della Marvel Comics, alcune fonti mettono in discussione questa affermazione sostenendo la causa di Marvel Comics 1, ufficialmente datato ottobre 1939 e nel quale compare la stessa storia di Namor estesa di ulteriori quattro pagine stampata però a colori.

Cover di Max Neill

 
Cover di Martin Flichock

Per gentile concessione di un possessore dell'albo, di cui circolano 6 o 7 copie al massimo, è possibile ammirare l'intera e rarissima storia di Namor ad opera di Bill Everett. Qui il forum dal quale proviene il materiale che allego qui sotto.























Continua...

10 commenti:

  1. Chissà quanto vale il materiale che hai postato qui sotto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'albo originale americano credo moltissimo, le copie esistenti in circolazione sono solo una manciata, il valore dev'essere altissimo, credo che le quotazioni precise si possano trovare in rete.

      Elimina
  2. COMUNICAZIONE DI SERVIZIO.
    MI MANDI UN EMAIL, HO BISOGNO DI CHIEDERTI UNA COSA.
    NON E' SPAMMING!!!
    GRAZIE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volentieri. Dove te la mando la mail?

      Elimina
    2. Scusa, ho un'etá...

      irriverentescapade@gmail.com

      Grazie ancora :-)

      Elimina
  3. Ma io quella storiella di otto tavole ce l'ho a colori da qualche parte. Possibile? Devo controllare.

    Bel post, comunque. Come al solito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stata ristampata nel volume 70 anni di Marvel nella versione a colori e ampliata di 4 pp. presa da Marvel Comics 1. Pensa che il volume ce l'ho anche io e, non avendolo ancora letto, ignoravo la presenza di questo episodio storico.... ora mi hai fatto venire il dubbio e ho controllato. Grazie :)

      Peccato per la carta lucida.

      Elimina
    2. PS: la rarissima prima apparizione di Namor è ovviamente rara solo in edizione originale :)

      Elimina
    3. Esatto. Alla fine ho controllato anch'io: "70 anni di Marvel" da Supereroi Le Grandi Saghe numero 22 :I colori però sono proprio un po' acidelli e messi a caso. Forse era meglio quel bianco e nero retinato.

      Elimina
    4. Si, diciamo pure che i colori fanno un tantinello cacare :)

      Elimina