giovedì 16 ottobre 2014

ZEUS TI VEDE

Ve la ricordate? La scritta sui muri intendo, la scritta e il disegno, quello col triangolo con l'occhio dentro, tracciata solitamente con una bomboletta spray di colore nero. Quando ero un giovincello Torino ne era piena, probabilmente qualcuno di quei disegni, qualcuno di quei Zeus ti vede è ancora là fuori. Quando ero piccolo non avevamo la macchina, la mia nonna paterna abitava in Barriera di Milano, dall'altra parte della città. Per andarla a trovare attraversavamo Torino con il 18 (che a me piaceva un sacco perché passava in mezzo ai Giardini Reali e poi il tram era più figo del bus) oppure con il 2, a volte con il 4. Lungo il tragitto contavo spesso gli Zeus ti vede che riuscivo a scovare sui muri della città. Mi chiedevo cos'è che Zeus avesse da guardare, insomma mica facevo niente di male io, stavo solo andando a trovare la nonna. Ciao nonni, magari ora mi vedete voi.


Clicca sull'immagine per ingrandire.

Aiutaci a diffondere il verbo del Bradipo. Fallo tu perché il Bradipo fa n'caz.

14 commenti:

  1. Inquietante, ma era soltanto a Torino questa cosa? Dalle mie parti non ne ricordo... o__O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi a Torino siamo sempre stati un po' particolari per diversi motivi, nelle altre città c'era la scritta Dio c'è, noi avevamo il più originale Zeus ti vede :)

      Elimina
    2. Caspita nemmeno io ne avevo sentito parlare

      Elimina
  2. Come sai, non sono proprio cresciuto a Torino. Ma dalle mie parti ricordo qualcosa di simile. O le classiche scritte "Dio c'è" che, leggenda vuole, servissero come punto di smisto per lo spaccio di droga. Che se ti fermavi sotto l'occhio o la scritta, dopo un po' ti si avvicinava qualcuno.

    Riperto... così vuole la leggenda... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eggià, ho riletto della leggenda metropolitana del Dio c'è proprio oggi spulciando la rete per vedere se ancora qualcuno parlava del famoso Zeus ti vede. Si parla anche di acronimo per Dio c'è. (Droga in offerta - Costi economici) :)

      Elimina
    2. Sì, sta storia l'avevo sentita, ma mi sembra una cazzata olimpica, tanto per rimanere a tema. Fosse stato così se ti fermavi sotto la scritta non saresti stato avvicinato da uno spaccino, ma più probabilmente da un pulotto col manganello.
      Comunque i segni sui muri e i loro significati mi riportano alla mente due videogiochi e forse in questo il buon Luigi si ritrova: Silent Hill, ovviamente, dove i marchi rossi che creano ai protagonisti la strana sensazione di essere "scrutati dentro" indicano i punti di salvataggio del gioco e GTA San Andreas, dove hai la missione ti taggare i muri del ghetto con i colori della tua gang, cancellando quelle rivali: che spacco! (per usare un'espressione anni '90!)

      Elimina
    3. Trattasi di vera e propria leggenda metropolitana... almeno credo

      Elimina
  3. Un po' come Dio c'è.
    Ma anche da me uscivano scritte solo locali. Chissà cosa significavano.
    Quanto al Bradipo... è un massone :p

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Bello il disegno del Bradi, che mi ha fatto ridere, molto bello il post, che sul finale mi ha fatto l'effetto contrario.
    Oh, ma vivevi proprio in una zona sfigata! Dove stavo io Zeus era disegnato con gli stencil, mica a mano! E a proposito di stencil, ne ricordo due, uno rosso e uno nero, sul muro del retro della scuola media, vicino alla fermata del pullman, a due passi da casa mia: si leggeva MEGADETH! Giuro, non ero stato io perchè troppo piccolo, ma porco Zeus se ne andavo fiero!...è il caso di dire "I have seen the writing on the wall", se cogliete la facile citazione e il suo significato idiomatico...
    Oh, comunque "Dio sta arrivando"...forse col regionale veloce da Chivasso a giudicare da quanto tempo si leggono ste scritte e la condizione attuale in cui siamo messi...

    RispondiElimina
  5. Io leggo spesso il signore gesu sta arrivando a torino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente la versione aggiornata del vecchio motto :)

      Elimina
  6. Zeus ti vede era la firma di Zeus personaggio di barriera di Milano quartiere di Torino nord andava in giro e va tutt'ora vestito con tunica bianca e sandali oltre ad avere ovviamente la barba lunga.lo poteva incontrare davanti alla Filadelfia (curva) a vendere sciarpe della Juventus negli anni 80 oppure ancora oggi al balon il sabato mattina. Zeus ti vede è reale ma diventerà leggenda. Ciao a tutti

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...