giovedì 19 marzo 2015

MARVEL'S AGENT CARTER

Ha una sua dignità la miniserie dedicata a Peggy Carter (Hayley Atwell), soprattutto se consideriamo che il serial dedicato all'agente dell'SSR nasce per coprire il buco di palinsesto lasciato dalla pausa di metà stagione di Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D.

Uno dei punti di forza di Agent Carter è stata probabilmente la scelta di dare spazio solamente a un'unica trama orizzontale e tralasciare vicende brevi atte a riempire i singoli episodi, decisione questa che ha permesso alla serie di mantenere un buon ritmo con una discreta accelerata nella seconda parte di stagione. Interessante anche lo scenario che colloca le vicende narrate immediatamente dopo la fine della seconda guerra mondiale con una Peggy Carter ancora afflitta per la scomparsa di Capitan America e delusa dal trattamento maschilista e misogino riservatole dai colleghi dell'SSR che vedono in lei una sorta di segretaria buona solo a preparare caffè e comprare pranzi e colazioni.

Riuscito il lavoro sulla ricostruzione d'epoca, sulla fotografia e sulle scenografie, in uno scenario perfettamente credibile l'agente Carter sarà l'unica a difendere l'inventore Howard Stark (Dominic Cooper) accusato dai membri dell'SSR di aver venduto armi e tecnologie avanzate a potenze straniere. A farle da spalla il maggiordomo del magnate e inventore, tal Edwin Jarvis (James D'Arcy), riluttante all'azione e noto a tutti i Marvel fan più scafati.

La trama non presenta particolari elementi di originalità però funziona e non subisce il contraccolpo dell'eccessiva dilatazione della vicenda, il cast offre il meglio con le prove di una Atwell ben calata nella parte e di un James D'Arcy che ha qualcosa da offrire in più rispetto al resto della truppa. Per altro non manca qualche prova forzata, ingessata o sottotono dei vari comprimari ma tant'è... poco danno come si suol dire.

Nata come sorta di tappabuchi mi sento di dire che per quello che ha mostrato finora la seconda stagione di Agents of S.H.I.E.L.D. questo Agent Carter non solo non ne ha fatto sentire la mancanza ma se la serie madre non aggiusterà il tiro sarà quest'ultima a farci rimpiangere la breve avventura di Peggy e soci (Howling Commandos compresi).

Detto questo rimane comunque valida la tesi che questo tipo di proposte risultino decisamente più appetibili per i fan dei comics che non per i profani garantendo comunque anche per questi ultimi un discreto intrattenimento.


2 commenti:

  1. Ok, ammetto che i prodotti Marvel sono un mio punto debole! Mi piacciono tutti!
    Non ho avuto modo di vedere questa miniserie, ma il personaggio di Peggy in particolare mi è piaciuto tanto nel film.
    Pregusto un gran bell'aggiornamento sul tema! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, se ti è piaciuta Peggy nel film questa miniserie devi guardarla, la Atwell è in gamba e la visione è sempre piacevole. Recupero in vista... :)

      Elimina

Dai un'occhiata anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...