mercoledì 24 giugno 2015

GLI ESAMI NON FINISCONO MAI

Eh già, proprio così, gli esami non finiscono mai. E non mi sto riferendo alle prove che la vita ci costringe ad affrontare periodicamente, no, parlo proprio degli esami, quelli pratici, scritti e orali alle fine dei quali una persona o un ente preposto vi affibbia un voto, vi dà una pedata nel sedere e vi ributta nel mare dentro il quale dovete tentare di tenervi a galla.

Bene, dopo un anno speso alla ricerca di una nuova professionalità, di un qualcosa che in qualche maniera potesse contribuire a cambiare la mia vita, di una possibilità di ricominciare da capo in maniera più felice (o quantomeno serena), eccoci giunti al dunque, alla fine di quest'altra esperienza.

Tutto questo girata ormai la boa dei 40. E non è andata neanche poi tanto male, anzi (82/100 per la cronaca). Abbandonati uffici, lavori di concetto (di poco concetto, eh) e relazioni continue con la più disparata umanità, si dovrebbe passare a lavorare all'aria aperta, a contatto con il verde e con le piante. Mica male. Uso il condizionale perché al momento il lavoro non c'è, è tutto da creare e da cercare. Ci sono un po' d'esperienza (fatta a gratis ovviamente), qualche vaga promessa e qualcosina che inizia a muoversi (grazie Black).

Quindi. Se siete nella zona di Torino (ma anche no, tenete conto che il punto di partenza è quello) e avete bisogno di qualcuno che vi curi il giardino, vi sistemi il verde del balcone, vi tagli il prato e cose così noi ci siamo (dico noi perché è bene muoversi in due). In fondo perché non usare un blog dove migliaia di curriculum causa del disboscamento dell'Amazzonia falliscono miseramente?

Se non ne avete bisogno voi ma conoscete qualcuno che invece si, allora perché no? Noi, ancora una volta ci siamo. Dicono che ogni fine sia un nuovo inizio. In fondo cosa ci costa ben sperare per una volta?

Saluti a tutti e convertitevi al verde :)

PS: non fatevi ingannare dalle immagini, si lavora col verde ma non esageriamo...

19 commenti:

  1. Ora sei un dottore in giardinaggio, W!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. approfitto della parentela, l'albero di Bradi Pit avrebbe bisogno di una potatina

      Elimina
    2. Appena il Bradi riuscirà a spostarsi...

      Elimina
  2. In bocca al lupo davvero! Ci vogliono due "muscoli" così per cominciare da capo quando la concorrenza è tanta, giovane e volenterosa! u_u
    Mai dire mai, comunque! :)
    Fai bene ad utilizzare anche il blog che è assolutamente il mezzo che riesce ad arrivare più lontano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Comunque, giusto per non prendermi meriti che magari non ho, c'è da dire che in seguito al fallimento (farlocco, ma tant'è) dell'azienda in cui lavoravo prima, una decisione andava comunque presa.

      Ho deciso di rimettermi in gioco con qualcosa di nuovo, speriamo, ma non credere che la cosa non mi abbia fatto venire preoccupazioni e dubbi continui :)

      Elimina
    2. Qualcuno si sarebbe avvilito, qualcun altro forse si sarebbe pianto addosso. Il merito credo stia nella costanza e nella determinazione, ovunque portino! Mio fratello ha vissuto più o meno la tua stessa situazione, la differenza è stato il vedersi portar via la propria azienda dai suoi due soci che l'hanno estromesso, lasciandolo praticamente con il culo per terra (si può dire, o le parolacce si usano solo dal Moz? XD). Non si è avvilito ed ha aperto una piccola casa editrice partendo praticamente da niente. Da un paio d'anni resiste e so che le soddisfazioni sono ancora più grandi quando costruite con il sudore!
      Ah, beh sì.. lui ha più o meno la tua età!
      Insomma, non perché costretto hai fatto qualcosa di scontato! Tutt'altro! Quindi: stima! u_u

      Elimina
    3. Complimenti a tuo fratello, addirittura una piccola casa editrice! Fantastico. Io non avrei mai avuto la fiducia necessaria nei miei mezzi e probabilmente neanche tanto spirito d'iniziativa.

      Comunque, tra alti e bassi, questo anno l'ho affrontato con passione e con impegno, ora cerchiamo di iniziare a raccogliere qualche frutto.

      Elimina
  3. Complimenti per il percorso compiuto, non è affatto scontato e semplice! E merda, merda, merda, per usare una variante teatrale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dice mia figlia al saggio di danza... merda, merda, merda.

      Elimina
  4. In bocca al lupo! Io purtroppo sono un po' troppo lontano per procacciarti clienti...

    RispondiElimina
  5. Complimenti per il coraggio! Anch'io mi sto convertendo "al verde", nel senso che lo stesso lavoro che nel 99 mi rendeva quasi 2 milioni al mese... be' lasciamo perdere.
    Coraggio e... compost, compost, compost.

    RispondiElimina
  6. Ragazzo. Io ti faccio tanti tanti in bocca al lupo per questa nuova, verde avventura e spero che sia molto più propizia (da più punti di vista) rispetto ad altre strade.
    Noi abbiamo del verde in condominio, ma nella zona è tutto gestito già da una ditta comunale (Collegno è parecchio verde, come sai, e ci sono sempre in giro giardinieri che mettono a posto cose). Comunque spargerò la voce in ogni dove. Fatti (tu e la persona con la quale lavorerai) un bel bigliettino da visita cartaceo ed elettronico, in modo che i tuoi contatti possano girare il più possibile.

    Sperùma bìn ;)

    RispondiElimina
  7. Cioè adesso fai il giardiniere? Anche l'ortolano? Io vorrei un orto.. Ma non sto dalle parti di Torino.. Al massimo ci verrò in gita turistica... Ma chissà quando...

    Ecco perché sapevi tutto sulle talee della mia Matilde ;)
    Bravo Firma, così si fa!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, adesso faccio il giardiniere, pensa che come primo lavoro siamo andati in zona Milano a sistemare il giardino del grande Blackswan :)

      Speriamo di ingranare, come lavoro ci siamo, il tutto sta nel crearsi quel minimo di giro che possa garantire la sopravvivenza.

      Elimina

Dai un'occhiata anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...