martedì 5 gennaio 2016

STAR WARS - EPISODIO I - LA MINACCIA FANTASMA

(Star Wars: Episode I - The phantom menace di George Lucas, 1999)

Sapere che alla regia de La minaccia fantasma, già visto in sala all'epoca della sua uscita, c'è proprio lui, il signor George Lucas, un pochino fà male. L'impatto con il film d'esordio della seconda trilogia non è dei migliori, nonostante non manchino alla pellicola alcuni punti di forza e sequenze ben riuscite. Il difetto più grande che mi sento di imputare al film è la mancanza di tono epico, quel profumo d'avventura che si respirava sempre e comunque durante la trilogia originale e che si respira oggi nel nuovo episodio Il risveglio della Forza. Non c'è phatos, molto discutibile la scelta di affidare la colonna portante della trama a macchinazioni politiche e sotterfugi piuttosto che a un aperto e schietto confronto bene/male, la strada percorsa ha reso soporifera la quasi totalità dell'intreccio durante il quale si salvano le poche sequenze action e la corsa degli sgusci.

Repubblica, Federazione dei mercanti, Senato, Consiglio degli jedi, sono tutte istituzioni che non hanno un briciolo del fascino che scatenava la semplicissima dicotomia Impero/Ribellione (leggi anche male/bene). E sì che, almeno visivamente, si era riusciti a imbroccare un villain davvero d'impatto, il look di Darth Maul (Ray Park) e della sua spada laser doppia potevano fare scuola, purtroppo al personaggio sono state riservate solo un paio di scene d'azione (tra le meglio riuscite del film) e una fine davvero ingloriosa, potenzialmente ottimo ma buttato al vento. Molto più presente invece l'irritante Jar Jar Binks interpretato in motion capture da Ahmed Best, creatura della razza dei Gungan che avrebbe dovuto assolvere al compito di spalla comica e che risulta invece un inutile orpello fastidioso alla vista e all'udito. Poi, se possibile, magari limitiamola questa motion capture, unico punto negativo anche nel recentissimo ultimo episodio di Star Wars.


Gli effetti speciali, all'epoca all'avanguardia, sono invecchiati male, dovendo scegliere tra lo Yoda di cartapesta (o quel che è) de L'impero colpisce ancora e questa versione ringiovanita in CGI non c'è storia, il primo tutta la vita. L'artigianato resta, il digitale scompare. Non mi è dispiaciuto invece il personaggio cucito addosso a Liam Neeson, il maestro jedi Qui-Gon Jinn al quale l'attore presta la giusta presenza e un tocco di ribellione controllata nei confronti dell'autorità. Più acerbo Ewan McGregor che comunque incarna un Obi-Wan Kenobi ancora giovane e apprendista, tutto sommato ci può anche stare.

Il resto del baraccone è davvero poco esaltante, sprecato il contributo di Samuel Lee Jackson alla saga (almeno in questo capitolo) e trascurabile anche il ruolo della Portman, di un certo peso nell'economia del film (è la regina Amidala) ma che non lascia il segno. Si scava nel passato di Darth Vader quando ancora era un piccolo Anakin Skywalker (Jake Lloyd) riservando al personaggio imprese finanche esagerate (nel film avrà si e no otto/nove anni) e ponendo le basi per la sua trasformazione oscura.

Dopo tanta attesa, dato il ritorno alla regia di Lucas, parlare di occasione sprecata non mi sembra un'eresia, questo almeno per lo spettatore. Poi il film incassò un botto e il morale della favola è che hanno avuto ragione loro.


12 commenti:

  1. Ho sempre pensato il film ha momenti troppo lunghi e noiosi... Specialmente nella gara con gli sgusci. Ho provato a riguardarmelo senza momenti noia: fila un pochino meglio...
    Mi dispiace davvero per come sia uscito, perchè l'idea ci sta tutta. Poi su Jar Jar Binks possiamo scrivere enciclopedie di schifo, ma nonostante tutto sono l'unico che lo trova simpatico. Beh, so bad it's so good!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il caro Jar Jar, avessi potuto l'avrei ammazzato con le mie mani :) Semplicemente un capitolo meno interessante e riuscito degli altri, prima o poi il passo falso arriva, ci sta. Magari non ce lo si aspettava proprio da Lucas.

      Elimina
  2. un paio di anni fa, feci una maratona spinto dall'euforia di aver finito gli esami dell'uni (e nell'ultimo c'era giustappunto un passo di SW) e scrissi 'sta piccola recensione:


    -Episodio I - La Minaccia Fantasma. ok togliamoci subito il dente: lo avevo visto una volta sola al cinema, ci avevo giocato allo sfinimento con Episodio I Racer, ma da lì ne avevo sentito parlare sempre male tanto da autoconvincermi che fosse una merda. Ed invece no, a costo di essere solo contro il mondo devo dire che mi piace!

    Intendiamoci è una minchiatona, ma una bella minchiatona, ha il suo stile! Finalmente non vediamo più mondi decadenti e fredde astronavi asettiche, ma mondi vivi, pulsanti, pieni di gente, combattimenti con le spade laser che tutti avevano sognato di vedere finalmente al cinema! La trama non è più semplicemente la classica storia dell'eroe che abbandona casa e diventa più grande passando infinite peripezie, questa volta è tutto molto più intrigante c'è una trama molto più eterea come quella ordita dal senatore -poi cancelliere- Palpatine per rovesciare la democrazia ed ottenere il potere: il male è nell'ombra, non è solamente quell'omone alto 2m!
    ed è questa diversità a rendere il film piacevole, come se Lucas fosse conscio che non poteva replicare la roba di 20 anni prima e decide di fare un film "nuovo" che coi sequel ha in comune solo qualche personaggio. Dopotutto sarebbe assurdo chiedere nel 1999 un film in stile anni '80!

    Ecco all'interno di tutto questo c'è il bambino Lucas che si diverte col proprio giocattolone aiutato dalla nuova tecnologia che gli asseconda ogni sua fantasia! Lo stesso bambino che ad un certo punto si ritaglia una mezzora di nulla assoluto in cui piazzarci la corsa con gli sgusci o quel cugino di Pippo che è JarJar, personaggio importante nello svolgimento della saga e additato come il male dal fandom bieco, quello che non si ricorda che alla fine della fiera SW è *principalmente* un film per bambini già dal preambolo fiabesco "tanto tempo fa in una galassia lontana lontana...". E lamentarsi di JarJar ma non degli Orsetti del cuore di Ep VI è proprio ciò che distingue un nerd buono da uno malvagio: il lato oscuro del nerdismo! :P

    Insomma: poteva farlo meglio? forse sì, ma era meglio non farlo? Assolutamente no! E non smetterò mai di ringraziare Lucas per averci donato questo Episodio I e tutta la trilogia prequel!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea, capisco il tuo punto di vista e partirei proprio dalla fine. Era meglio non farlo? Certo che no, se non ci avesse nemmeno provato non avremmo avuto nulla in mano, se non ci si prova non c'è speranza di ottenere qualcosa di memorabile. A mio avviso ci ha provato, anche con onestà, e il tutto non gli è venuto fuori così bene, cose positive, cose negative, ma nel complesso deludente. La trama è si articolata e meno semplice delle precedenti, però è pallosa (io ho amato cose ben più articolate di questa, sia chiaro), non ha il ritmo giusto a mio avviso. L'ultimo Star Wars è a mio parere l'esempio perfetto di come rivitalizzare bene il brand, divertendo e narrando cose nuove (che se poi a qualcuno sembrano vecchie pazienza, sono comunque ben scritte). I duelli al cinema li apprezzai anche io, così come il look di Darth Maul e allo stesso modo odia Jar Jar Binks semplicemente perché è un personaggio irritante e poco riuscito (e allo stesso modo non impazzivo per gli orsacchiotti del cuore de Il ritorno dello jedi).

      Detto questo spero di riuscire a breve a riguardarmi anche Episodio II ed Episodio III :)

      Elimina
  3. Un film abbastanza inutile, una vera delusione. Un supercattivo sprecato con un combattimento e mezzo e un piccolo Anakin poco credibile. Ma soprattutto troppi effetti e poca storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rimpianto più grande è stato proprio il sottoutilizzo di un cattivo dal look superbo, potenzialmente poteva diventare un grande. Invece...

      Elimina
  4. He. Criticare Episodio I è un po' come sparare sulla croce rossa. Purtroppo però è davvero un film assurdo. Degli spunti interessanti si trovano anche, ma per il resto sarebbe davvero da resettare.
    P.S.: E pensa che all'epoca delle riprese avevo pure un fatto un salto alla Reggia di Caserta per fare la comparsa. Peccato che al mio arrivo ci fosse in fila praticamente mezza Italia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe stato uno spettacolo, magari ti facevano pure morire fulminato da qualche blaster, sai che figata? :)

      Elimina
  5. Lo ricordo come "lento"... e di solito non faccio caso a tale caratteristica :P Però, pur essendo forse il punto basso della saga, un po' sono affezionata - anche a Jar Jar XD

    RispondiElimina
  6. Fortuna che è stato il quarto film ad uscire al cinema e non il primo :D
    Ho avuto l'impressione che il film sia stato solo un pretesto per mostrare gli effetti speciali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra l'altro alcuni, mi riferisco più a Episodio II, invecchiati pure male a mio avviso.

      Elimina

Dai un'occhiata anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...