domenica 1 maggio 2016

25 INDISCRETE DOMANDE CINEMATOGRAFICHE


Qualche giorno fa mi son divertito parecchio a leggere l'intervista tripla di Glò, Michele e PiGreco a tema cinematografico sul blog La nostra libreria. L'idea, che mi è sembrata da subito molto carina, parte da Sofàsophia su ispirazione fornita da Ivano Landi.

Così ho deciso di diffondere anche io questa simpatica iniziativa rispondendo alle 25 domande in questione e invito a fare altrettanto tutti coloro che trovino il giochino divertente.

Iniziamo pure, ecco..., mi metto comodo... ok, sono pronto, fatemi le vostre domande.


1. Il personaggio cinematografico che vorrei essere

Beh, così su due piedi mi cogliete impreparato, non è così facile. Diciamo un qualsiasi personaggio di quelli da film, non necessariamente un eroe, no, solo uno di quelli che hanno una vita piena, di eventi, di sentimenti, anche di qualche dolore al cui confronto le nostre vite spesso ordinarie sembrano così banali. Poi, se proprio devo scegliere un personaggio, discostandomi anche un attimo da quanto appena detto, ho sempre subito la fascinazione di Sherlock Holmes, sia letterario che cinematografico (questo non sempre). Avere la sua intelligenza, vivere nella Londra vittoriana...



2. Genere che amo e genere che odio

Non fruisco del Cinema per assoluti, mi piacciono i bei film e cerco di non guardare quelli che a mio avviso possono sembrarmi brutti o poco interessanti (con le dovute eccezioni impostemi dai miei doveri di papà), quindi sono aperto un po' a tutto. Diciamo che preferisco il dramma alla commedia, genere che non vado a cercarmi troppo ma che non disdegno, guardo pochi horror mentre mi piacciono molto i gangster movie e le storie criminali e amo guardarmi ogni tanto qualche bel western.


3. Film in lingua originale o doppiati?

Solitamente guardo i film in italiano e le serie tv in originale, soprattutto quelle britanniche. Poi in entrambi i casi scappa l'eccezione.


4. L'ultimo film che ho comprato

Il viaggio di Arlo della Pixar.



5. Sono mai andato al cinema da solo?

No, mai, che io ricordi almeno. Non è un'esperienza che scarterei a priori però, chissà...


6. Cosa ne penso dei Blu-Ray?

Niente. Non ho il lettore Blu-Ray, sono fermo al Dvd e il televisore che uso più spesso è un Sony 28 pollici ancora col tubo catodico.


7. Che rapporto ho con il 3D?

Non mi piace. Mi sembra che l'abuso di questa tecnologia possa portare l'attenzione lontana dalle storie che per me sono quelle che in fin dei conti hanno importanza. Non ho visto molto in 3D ma, Avatar a parte, non ne è mai valsa la pena. Soldi buttati.


8. Cosa rende un film uno dei miei preferiti?

La carica emotiva che regista, attori e narrazione riescono a scatenare. Poi ci sono i film con personaggi azzeccati dei quali non puoi non innamorarti, magari sono film più tamarri ma coinvolgenti. Comunque sopra a tutto l'emozione (o l'epicità in alternativa).


9. Preferisco vedere i film da solo o in compagnia?

Preferisco vederli in silenzio, poi da soli o in compagnia poco importa. Solitamente li guardo da solo, in compagnia cartoni animati e film per famiglie.


10. Ultimo film che ho visto?

Il giardino delle vergini suicide di Sofia Coppola (vedi sotto).



11. Un film che mi ha fatto riflettere?

Sono tanti i film che in qualche modo possono farti riflettere, dal cartone animato al film impegnato, su un problema sociale, sulle ingiustizie, sulla tua situazione personale e così via... ogni film riuscito ti fa riflettere su qualcosa. Si potrebbe rispondere a questa domanda con un banale Schindler's List ma anche con Il viaggio di Arlo.


12. Un film che mi ha fatto ridere?

Burn after reading dei fratelli Coen.


13. Un film che mi ha fatto piangere?

Ultimamente Inside Out della Pixar e anche Anna dei miracoli di Arthur Penn.


14. Un film orribile?

Boh, ne è pieno il mondo. Il Daredevil con Ben Affleck.


15. Un film che non ho visto perché mi sono addormentato?

Mi capita raramente di addormentarmi guardando un film, se capita è a causa dell'eccessiva stanchezza o per lo scarsissimo interesse in partenza per il film in visione (magari cose che vuol vedere mia figlia e che io proprio no). L'unico caso in cui ricordo di essermi addormentato al cinema è stato durante la visione di American Beauty di Sam Mendes.



16. Un film che non ho visto perché stavo facendo le cosacce?

Definisci cosacce.


17. Il film più lungo che ho visto?

Heimat di Edgar Reitz, in tedesco con i sottotitoli. 924 minuti divisi in undici episodi (ma è un film non una serie). Visione che consiglio a tutti.


18. Il film che mi ha deluso?

Solitamente diversi vincitori del premio oscar, da Il gladiatore a Shakespeare in love, il secondo Avengers e chissà quanti altri.


19. Un film che so a memoria?

Non sono uno che guarda e riguarda gli stessi film, tra quelli che ho visto più volte forse ci sono Ritorno al futuro e Lo chiamavano Trinità, ma almeno per il secondo è passato del tempo.



20. Un film che ho visto al cinema perché mi ci hanno trascinato?

Non ho nessuno che mi trascini al cinema, forse in passato qualche commedia italiana che mi ispirava poco, ma ora non ricordo.


21. Il film più bello tratto da un libro?

Probabilmente Il Padrino o Shining, ma penso ce ne siano davvero tanti.


22. Il film più datato che ho visto?

Forse Il monello del 1921, ma non ci metterei la mano sul fuoco.


23. Miglior colonna sonora?

Domanda troppo difficile, ci sono film con temi portanti indimenticabili, altri con sottofondi azzeccatissimi, altri ancora con mix di canzoni perfette per le scene, in generale mi piacciono le scelte e i recuperi musicali effettuati da Tarantino, come colonna sonora azzarderei Giù la testa o Il buono, il brutto e il cattivo.


24. Migliore saga cinematografica?

Prendo in prestito la risposta di Glò e dico anche io Il Padrino, almeno i primi due episodi, ma ce ne sono altre sicuramente degne (i primi Rocky ad esempio). Dimenticavo, nel genere più disimpegnato sicuramente i primi tre Die Hard, un vero mito!



25. Miglior Remake?

Anche qui quasi impossibile dare una risposta secca, mi aveva divertito molto Ocean's eleven mentre l'originale Colpo grosso l'avevo trovato noioso.

22 commenti:

  1. Aaaah ti sei lanciato anche tu. Comincia a farsi notare il comune denominatore de Il Padrino, citato da tanti che hanno proseguito il meme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che un poco in questi giochini le risposte si influenzino l'una con l'altra, in fondo non è facile trovare al brucio 25 risposte da piazzare nell'intervista. In ogni caso Il Padrino è intoccabile, quindi direi che ci sta tutta... :)

      Elimina
  2. Hai ragine da vendere su Heimat, uno dei momenti più alti in assoluto della tv mondiale (ho tutte le videocassette).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È stato un gran bel viaggio, ora dovrei provare a cimentarmi con Heimat 2 per iniziare.

      Elimina
  3. Grazie per il linkaggio XD E sono molto contenta di leggere la tua "intervista"!
    Sul Padrino, dico soltanto: *__* (non ho letto ancora, però, il romanzo cui è ispirato :P)
    Pensare che American Beauty, che ti fa ronfare, è uno dei miei preferiti :O Pare che questo Arlo meriti veramente una visione, pensando anche alla tua recensione di qualche settimana fa.
    Comunque... non è orribile il film Daredevil, lo è per la presenza di Ben Affleck (lo trovo terrificante sempre) :3
    Le OST messe insieme da Tarantino piacciono moltissimo anche a me, in effetti ero tentata di inserirle nella mia risposta, alla fine ha prevalso Vangelis :P
    Per finire, parlavo di Shakespeare in love pochi giorni fa con un'amica e sostenevo che in quel film mi disturba Joseph Fiennes nel ruolo principale, qualcosa non mi convince :P
    Beh, sempre bello leggere qualche approfondimento sulle passioni degli amici blogger ^_^
    A presto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro di Mario Puzo non l'ho letto nemmeno io, Arlo è un bel film, lontano da altri capolavori Pixar ma molto piacevole.Invece Daredevil è proprio orribile, indipendentemente da Affleck :)

      A presto ;)

      Elimina
  4. Simpatico questo gioco; presto lo farò Sul personaggio non ho dubbi: Lebowski tutta la vita!

    RispondiElimina
  5. Che bello, mi piaciue questa cosa ^^ così tanto che forse (ma sottolineo orse) te la rubo e la faccio anche io ^^
    Il monello *.* qualcuno che si è visto 'sto film di sua spontanea volontà e non costretto dalla sottoscritta *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, dai, qualcosa di Chaplin si deve pur guardare, anche se forse Il grande dittatore mi era piaciuto parecchio di più!

      Elimina
  6. Ciao firma!

    Finalmente sappiamo qualcosa in più di te... o forse no? :D
    Leggendo le tue opinioni su film e telefilm, le tue risposte sono state un giusto complemento della conoscenza che ho di te.

    Un esempio? Scommetto che c'è una "cosa" di Daredevil che ti è piaciuta in particolar modo XD

    In effetti una sorpresa però c'è: il tubone!!! Tecnologicamente pare che alcune sfumature vengano rese meglio che non sui nuovi LCD/plasma: è un po' come il vinile alla fine :D

    Per il 3D, condivido la tua impressione. Dovessi dire un altro titolo per cui ne è valsa la pena, direi "Coraline" e forse, ma son di parte, Harlock :P

    Contento di aver stimolato la creazione di questo post, grazie a te ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi, è stato divertente cimentarsi con l'intervista. In Daredevil mi piacque solo la Jennifer Garner che già adoravo da Alias, poi direi basta. Il tubone si vede ancora bene, ce l'ho da quattordici anni e ancora non delude, però mi piacerebbe passare a uno schermo più grande. Coraline e Harlock li vidi entrambi in tv, sul catodico, niente 3D per loro :)

      Elimina
    2. Ci avrei scommesso :D

      E gran bella serie Alias, anche se con qualche piccola pecca sul finire.

      Elimina
    3. Comunque un finale già migliore di quello di Lost :)

      Elimina
    4. Forse sono uno dei pochi a non aver mai visto la serie in questione, e mi sa che mi è andata di lusso :D

      Elimina
    5. Non direi, io Lost me lo sono goduto per sei anni e mi ha dato tantissime soddisfazioni, poi ha il merito di aver convogliato tanta attenzione sulle serie tv ed è anche a quel prodotto che dobbiamo la rinascita delle serie tv per come le conosciamo ora. Certo, ha quel finale un po' così, ma in fondo l'importante è il viaggio, non la meta, no?

      Elimina
    6. Senza dubbio alcuno.

      Però le critiche sono state abbastanza impietose, e quelle che mi hanno colpito di più erano relative alla "bravura" degli sceneggiatori e alla "credibilità" di tutto l'insieme.

      Non che mi faccia influenzare facilmente (se decido di provare qualcosa, lo provo), ma le considerazioni ricevute/lette unite alla programmazione a me sfavorevole (ai tempi) hanno fatto sì che me la perdessi con non troppo dispiacere.

      Però se mi consigli di darle una possibilità... potrei anche farci un pensierino, ma stavolta non penso che riesca a saltare la coda come nel caso di Black Mirror :P

      Elimina
    7. Beh, Black Mirror, oltre a essere la miglior serie recente che io abbia visto, richiede anche un impegno molto contenuto in termini di tempo. Lost ha all'attivo molte puntate e molte ore da guardare, tutto più complicato. Secondo me agli sceneggiatori, che sono stati bravi a incuriosire per la maggior parte del tempo, la cosa è un po' scappata di mano in fase di chiusura dove forse non si sapeva più che pesci pigliare. Poi conta che Lost al momento della sua uscita era una roba unica, non eravamo sommersi di serie tv valide come ora, per me è stata rivoluzionaria nell'aprire le porte ad altro (insieme a Desperate Housewives per altri generi. Comunque ne scrissi qui.

      Elimina
    8. In effetti avevo trascurato l'aspetto cronologico della cosa, perlomeno se ci limitiamo alle versioni nel nostro idioma (brutta cosa arrivare sempre dopo).

      Ho letto quanto da te scritto nel post linkato (grazie), e sicuramente una buona dose di curiosità spunta su :P sarò -eventualmente- avvantaggiato dalla totale disponibilità della serie e potrei anche maratonarla... Quando e se avverrà, ne riparleremo volentieri ;)

      Elimina
  7. Eccomi qua, ci sono anch'io.
    Per il momento rispondo soltanto alla prima domanda.
    Pensando ai personaggi femminili dei film che ho visto, quello che mi affascina di più è senza dubbio Beatrix Kiddo: è determinata, coraggiosa, astuta, abile spadaccina ed esperta di Kung fu. Molto probabilmente se fossi al suo posto proverei compassione per Bill e non lo ucciderei, anche per non lasciare mia figlia senza quel genitore che l'ha cresciuta amorevolmente per quattro anni.

    p.s. BUON COMPLEANNO! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Morgana e grazie mille per gli auguri.

      Beh, Beatrix Kiddo è un'ottima scelta, parecchio impegnativa però, c'è di che darsi da fare :)

      Un bacio al pupo.

      Elimina