domenica 19 giugno 2016

BACK TO THE ROOTS: EXOTICA

A cavallo dei '40 e i primi anni '50 prese piede quel sottogenere che venne poi definito Exotica, un filone di artisti e composizioni che pur non avendo origine dalle zone del pacifico (come Hawaii, Polinesia, etc..) aveva la pretesa di imitarne suoni e costumi con risultati a volte bizzarri, a volte meglio riusciti. Tra gli esponenti più in vista e pioniere del genere c'è sicuramente Korla Pandit, nato John Roland Redd nell'americanissimo Missouri. È solo nella seconda metà degli anni '40 che il pianista assume l'identità di Korla Pandit inventandosi di sana pianta un'origine indiana, un padre bramino e una madre francese cantante d'opera. Andiamo ad ascoltarci la sua versione di Miserlou.



Altro esponente dell'Exotica, di qualche anno successivo ma più celebre del sopra citato Korla Pandit fu Les Baxter, ricordato anche come pioniere della lounge music. Il suo album Music out of the moon è un buon esempio dello stile di Baxter, theremin in primo piano in diversi brani e copertina per l'epoca scandalosa o quasi.




7 commenti:

  1. Risposte
    1. Forse la versione più celebre, credo di averla anche postata su qualche vecchio Back to the past

      Elimina
  2. Bel post che profuna estate ... spero sia benaugurante e arrivi :)

    RispondiElimina
  3. Segno tutto... Mi fa sempre piacere scoprire nuovi generi musicali :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scopo di questi post è proprio questo, e poi quello di indagare le radici e gli sviluppi del rock (prendendola molto larga e con molta calma).

      Elimina
  4. Questa musica mi è abbastanza familiare dai film americani degli anni '50-'60 (a me piacciono un sacco XD), però non ne avevo mai sentito parlare quale sottogenere :O
    Bel post *__* (recupero un po' di arretrati... :P)

    RispondiElimina

Dai un'occhiata anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...