lunedì 18 luglio 2016

INSEPARABILI

(Dead ringers di David Cronenberg, 1988)

La carne e il metallo, connubio più volte esplorato dal regista, è qui presente ma secondario nell'economia di una storia che ci mostra la discesa nell'inferno mentale e psicologico di due fratelli gemelli molto legati l'uno all'altro, due uomini di grande successo, ginecologi affermati e innovatori nel loro campo. In Inseparabili anche il terrore e il lato visivamente disturbante sono tenuti a bada, solleticati unicamente in un paio di scene e dalle inquadrature di alcuni strumenti ginecologici alterati, predisposti per chissà quali astrusi interventi, ed è proprio grazie a questi che si perpetua l'idea di una contaminazione del corpo con l'alieno metallo, tanto più che la contaminazione sarebbe qui interna, come in un'innaturale fecondazione che ripercorre a ritroso le vie della vita. Ma come dicevamo questo è più che altro un suggerimento.

Quello che qui interessa a Cronenberg è la contaminazione delle mente, il rapporto quasi simbiotico e poco sano tra due gemelli dipendenti uno dall'altro, e poco importa se all'apparenza uno si dimostri una personalità dominante e l'altro succube, in realtà la dipendenza è bilaterale senza via di scampo alcuno per nessuno.

Superba la prova di un duplice Jeremy Irons protagonista assoluto del film che interpreta i due fratelli Mantle, Elliot e Beverly. Sicuro di sé e vanesio il primo quanto dimesso e riservato il secondo, nei loro panni l'attore inglese esibisce una prova impeccabile valorizzata dall'ottimo uso degli effetti visivi che amalgamano sempre bene la doppia presenza in video di Irons (non siamo ancora neanche negli anni '90). Unica coprotagonista degna di nota è l'attrice Geneviève Bujold che interpreta l'attrice Claire Niveau.


Fin da giovani i fratelli Mantle (Jeremy Irons) si distinguono per le loro capacità arrivando finanche a inventare un utile strumento per la professione della ginecologia. Crescendo i due avviano un'attività di successo e consolidano il loro legame scambiandosi pazienti, impegni e donne. Tutto ciò fino a quando Beverly si innamora di una delle loro pazienti, uscita in prima battuta con il fratello Elliot, l'attrice Claire Niveau, donna sofferente per l'impossibilità di avere figli a causa di un raro utero triforcuto.

A causa di una separazione dovuta alla professione della donna Beverly inizia a perdere l'equilibrio, situazione aggravata dal senso di colpa per aver diviso anche Claire con il fratello dominante. Da questo momento la vita e la salute mentale di Bev subiranno un duro colpo e nel conseguente vortice di caos verrà trascinato inevitabilmente anche Elliot.

Veramente interessante lo scavo psicologico effettuato sui due protagonisti, estremamente convincente il punto di vista di Cronenberg così come la resa a opera di un Irons ispiratissimo. Poco truce ma realmente denso, misto inseparabile di attaccamento e follia.


Nessun commento:

Posta un commento

Dai un'occhiata anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...