venerdì 21 ottobre 2016

MAGAZZINI INESISTENTI


I più attenti di voi, o molto più probabilmente gli amici che mi conoscono personalmente e ogni tanto guardano anche la mia ferma e pressoché inutile pagina facebook, avranno appreso della mia nuova collaborazione con la webzine Magazzini Inesistenti. Il direttore editoriale e il direttore responsabile mi hanno fatto il grande onore di concedermi un po' della loro fiducia, e speriamo di non combinare casini :)

Quindi troverete in futuro qualche mio scritto anche lì (un paio già ci sono), in quel magazzino virtuale di stimoli, opinioni, suggerimenti e visioni che è Magazzini Inesistenti. Oltre che per condividere con voi l'inizio di un nuovo viaggio del quale sono personalmente entusiasta, viaggio che tra l'altro affronterò in compagnia di alcuni amici già noti da queste parti, questo post nasce dal desiderio che anche per voi la webzine possa diventare un punto di riferimento dove trovare ogni giorno nuove cose alle quali interessarsi.

Musica e cultura underground, così recita l'header della home page di Magazzini Inesistenti e questo è quello che trovate in un sito dove la musica la fa da padrona ma non si tralasciano letteratura, cinema, attualità e altro ancora.

Per una dichiarazione d'intenti più puntuale vi lascio alle parole della redazione:

Finalmente siete qui…
E se siete in cerca di risposte a quella strana sensazione che da sempre sentite dentro, quel senso di inadeguatezza, quel non trovare un’appartenenza, una provenienza e un arrivo… forse potete smettere di cercare.
Ci avete trovati, noi che da una vita vi cerchiamo.
Chi siamo…. mah… difficile a dirsi. Noi siamo gli Inesistenti, quelli che sognano e credono che la Memoria, e il Libero Pensiero, e l’inchiostro sulla carta siano ancora le cose che più contano per il Futuro. In questo contesto storico, in cui si è sempre figli e mai adulti, bisogna pensare d’essere già grandi e che la Strada è sempre in salita. Gli Inesistenti sì, quelli che lavorano in silenzio alla conservazione della propria specie… qualsiasi cosa accada. La rete è solo un mezzo, il cavalcare l’Idra impazzita e ammansirla, proprio tenendo al centro del nostro Pensiero la nostra Memoria… per i secoli dei secoli. Jules Verne, Jack London, Pier Paolo Pasolini, James Matthew Barrie e altri visionari ci hanno raccontato un mondo inverosimile, ci hanno lasciato inchiostro su carta di vaticinio… incontaminato e proiettato nel futuro così come corrotto e devastante… come la peste. Peter Pan contro il Leviatano, senza paura, fino alla Luna e ancor più in là… oltre i confini definiti dagli Argonauti che ci hanno preceduto; stoici alla conquista del vello d’oro, oltre le colonne d’Ercole, armati solo del loro Essere.
Benvenuti a casa, Inesistenti…

6 commenti:

  1. Ma sai che conosco e leggo spesso il sito? Complimenti!!! *__* Nemmeno a dirlo, ti seguirò assolutamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Glò e grazie mille, so di poter contare sempre sul tuo sostegno :)

      Elimina
  2. Beh, complimenti!
    Sono contento per te, sicuramente un ottimo acquisto :)

    Moz-

    RispondiElimina
  3. E "La Firma" firma anche grandi pezzi! Bravissimo ! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nick, troppo buono :)

      Per fortuna c'è Benito a buttargli un occhio :)

      Elimina

Dai un'occhiata anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...