lunedì 23 gennaio 2017

OCEANIA

(Moana di Ron Clements e John Musker, 2016)

Non so perché ma a casa nostra Tranquilla, uno dei pezzi musicali di questo Oceania e prossimo tormentone Disney, è diventato Tranzolla e scappa di cantarlo di continuo. È tutto ok lo so tranzolla, non mi serve il tuo grazie perché, ti risponderei si ok tranzolla, etc., etc.

Quando uscì Frozen mi dissi deluso dalla nuova pellicola Disney, troppo cantata a mio avviso, troppe canzoni di qualità discutibile che di certo non sarebbero rimaste con noi per molto tempo. Bene, si sente ancora adesso cantare i pezzi di Frozen ovunque, il film è stato apprezzatissimo, guardando anche al merchandising gli incassi fanno girare la testa. Previsioni sballatissime, degne del miglior pendolino di Maurizio Mosca. Premettendo che Oceania mi è piaciuto molto più di Frozen, devo dire che, a causa anche di un'aspettativa questa volta molto alta, e vai a capire perché, il mio giudizio potrebbe essere pressoché lo stesso, almeno per quanto riguarda l'impianto musicale e l'impatto che lo stesso ha sul ritmo della narrazione, a mio avviso eccessivamente spezzato dai brani. Ora, vista la figura di merda fatta con Frozen e in virtù del fatto che a casa almeno due volte al giorno cantiamo Tranzolla, il parallelismo mi sembra chiaro e azzarderei questa volta a pronosticare un grande successo per Tranzolla e per gli altri brani della colonna sonora, per il film, che a mio giudizio, ripeto, è migliore di Frozen, e ovviamente per il merchandising tutto.

Detto questo sono uscito dalla sala con un pelo di insoddisfazione. Ora lo so che a te piace tranzolla, non critico il film, ma dai (scusate, era mia figlia). La storia non è male, i personaggi sono indovinati e piacciono (e sono praticamente quasi sempre solo in due), il lavoro tecnico è per diversi versi sbalorditivo e originale è l'idea alla base della spalla comica (e mi riferisco al tatuaggio parlante di Maui, non al gallo scemo). Che poi se il tatuaggio fosse stato sulla spalla avremmo avuto il primo caso letterale di spalla comica al mondo. Eppure non so, qualcosa di indefinito mi fa storcere il naso. Si lo raddrizzo ok tranzolla, non è così storto dai, ma cosa dici, ok tranzolla (a mia figlia non piace quando storco il naso). E allora cosa c'è che non va? Non devi rispondere tu tranzolla, perché non te ne vai di là, vai a dormire un po' tranzolla (scusate). Penso che in definitiva sia un problema mio, i cartoni troppo cantati non mi fanno impazzire, alle Principesse Disney preferisco dei tipi qualsiasi come Ralph Spaccatutto o Rabbia o Mr. Incredible o Flash il bradipo per dirne tre a caso (si sono quattro, ok tranzolla), e quindi a voi il film potrebbe piacere anche tantissimo. Vaiana è una principessa tranzolla, lo dice anche Maui dai, c'ha il vestitino e il gallo tranzolla, lo dice anche Maui sai (mia figlia dice che non sembra una principessa).


In fin dei conti Vaiana è un bel personaggio, poco importa che noi non la si sia potuta chiamare Moana per ovvi motivi, non te li spiego ok tranzolla, lascia perdere su dai, vai a dormire ti ho detto tranzolla (voleva sapere perché Moana no), Maui funziona bene, la morale, pur con le dovute varianti, è risaputa ma non è che sotto questo aspetto ci si possa inventare chissà che, plauso grande all'animazione, acqua, capelli, colori, tatuaggi, uno spettacolo. Eppure...

È una rece di merda tranzolla, ok non infierire dai, l'avresti scritta più meglio tranzolla, più meglio non si dice lo sai.



PS: le parti in corsivo vanno ovviamente cantate sulle note di Tranzolla.

6 commenti:

  1. Lo considero un buon film Disney, ma non ottimo. E' un misto tra Hercules e Mulan. Vaiana/Monana è un ottimo personaggio, tutti si rispecchiano in lei. Il resto dei personaggi è divertentissimo, le ambientazioni mozzafiato. Che manca? Lo giudico fine a sé stesso, per raccontare una storia. Se devo fare un paragone con "Zootropolis", che è uscito lo stesso anno, devo dire che c'è un abisso di morale tra i due film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo, un buon film, Vaiana è un ottimo personaggio, tecnicamente molto bello e riuscito. Però, Zootropolis ad esempio, era molto meglio, almeno per me.

      Elimina
  2. Non l'ho visto, ma lo farò... 'sta cosa di Moana censurata non mi dà pace XD Follie italiane...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, ti dirò, conoscendo l'idiozia dell'italiano medio questa volta la scelta di cambiar nome al personaggio la capisco anche. Vaiana è un bel nome, immaginati se avessero tenuto Moana qui da noi cosa si sarebbe scatenato su Fb, robe che la Disney magari ha voluto evitare.

      Elimina
  3. Io di musica non capisco una ceppa quindi, tranzolla, non faccio testo, eppure sono uscita dal cinema con una voglia inenarrabile di riascoltare la colonna sonora, cosa che faccio da settimane (ah, non la versione Tranzolla di quegli innominabili cantantucoli italiani nei titoli di coda. Quella fa schifo proprio).
    A parte il tranzolla, il film mi è piaciuto parecchio, ha delle ambientazioni favolose e quel senso di libertà che si respira è davvero incoraggiante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, non so dirti perché ma questa volta sono andato in sala con un'aspettativa altissima. Per me il problema è stato proprio questo, a prescindere che apprezzo più i film d'animazione dove la parte musicale non è così preponderante. Per il resto, giudicato con distacco, il film funziona, anche tecnicamente è ben fatto. Magari rivedrò il mio giudizio una volta acquistato il dvd. Vedrai comunque se non ti tornerà in testa Tranzolla, più volte al giorno :)

      Elimina

Dai un'occhiata anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...