domenica 21 luglio 2013

MARVEL VINTAGE 18 - AMERICAN ACE

Puntate precedenti.

American Ace
Spendiamo ancora due parole sull'albo che diede la luce a quello che fu il primo eroe dell'odierna Marvel Comics: Namor il Sub-Mariner. Come già visto in precedenza, oltre alla storia di 8 pagine dedicata al principe atlantideo pubblicata per intero nello scorso appuntamento, Motion Pictures Funnies Weekly presentava anche diversi altri personaggi: American Ace, la strip Spy Ring, Kar Toon and his Copy Cat e Jolly the Newsie.

Che fine hanno fatto costoro?

Namor McKenzie, figlio di un umano e una principessa atlantidea, è vivo e vegeto ed è ancora una pedina di grande importanza dell'universo Marvel odierno, tanto da essere stato uno dei protagonisti del recente evento editoriale AvX (Avengers Vs. X-Men). Dopo la sua prima apparizione su MPFW, albo non ancora prodotto dalla Timely Publications bensì dal collettivo di autori della Funnies Inc., Namor si trasferì sulle pagine di Marvel Comics/Marvel Mystery Comics per approdare in seguito su una serie di testate diverse che lo hanno traghettato fino all'epoca moderna.


The Arrow 2 (Nov. '40), cover di Bob Lubbers
L'altro personaggio che entrò a far parte delle pubblicazioni della Timely fu American Ace, la cui storia originariamente presentata su MPFW uscì nei numeri 2 e 3 di Marvel Mystery Comics. Creato da Paul Lauretta, Perry Webb è un ingegnere minerario e pilota statunitense che viene coinvolto in una battaglia ambientata in un paese dei balcani (Attania) in lotta con avversari germanici. Dopo due soli episodi le avventure dell'aviatore vengono cancellate probabilmente a causa dei contenuti politici e dello stile di disegno troppo rude del suo creatore, entrambi ritenuti inadatti al pubblico adolescente di riferimento (ipotesi questa che venne in seguito messa in discussione). Nessun indizio colloca American Ace nella continuity Marvel moderna però la sua breve storia non si esaurì con i due numeri di Marvel Mystery Comics che lo videro tra i protagonisti. All'epoca il presidente della Funnies Inc, Lloyd Jacquet, era anche art-director della Centaur Publications. Proprio per questa casa editrice il personaggio comparì in altri due albi, con un nome diverso (Liutenant Lank)  ma con vicende che seguivano direttamente gli eventi di Marvel Mystery Comics 3. La chiusura della Centaur mise fine anche alle avventure dell'asso dei cieli. I due albi in questione sono The Arrow 2 (Nov. 1940) e Amazing Mystery Funnies 24 (Set. '40).

Quasi inesistenti le notizie riguardanti i contenuti delle altre strip pubblicate nell'albetto Motion Picture Funnies Weekly.

Però una piccola sorpresina in rete l'ho trovata. Qui sotto.












Visibile la firma di Lauretta

2 commenti:

  1. Buongiorno,

    Ti contatto tramite commento perché
    vorrei farti conoscere Paperblog (http://it.paperblog.com) che ha la missione di individuare e valorizzare i migliori blog della rete. I tuoi articoli potrebbero senz'altro interessare i lettori del nostro magazine e mi piacerebbe entrassi a far parte dei nostri autori.

    Sperando di averti incuriosito, ti invito a contattarmi per ulteriori chiarimenti,

    Silvia
    silvia [at] paperblog.com
    Responsabile Comunicazione Paperblog Italia
    http://it.paperblog.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Silvia, ti rispondo via mail :)

      Elimina