sabato 11 ottobre 2014

RALLYE MONTE-CARLO PT. 2

Seconda puntata dedicata alla storia minima del Rallye Monte-Carlo (qui la prima), in realtà una bella occasione per ammirare modelli d'auto di epoche passate, una vera gioia per gli occhi e una grande esibizione di stile. Nello scorso appuntamento avevamo lasciato la manifestazione nel 1939 con la vittoria ex aequo di Jean Trévoux e Joseph Paul. Quella del '39 è l'ultima edizione del celebre rally prima dello stop lungo un decennio intero, i venti di guerra che spazzarono l'Europa e non solo imposero a questa e a tantissime altre manifestazioni sportive un lungo fermo obbligato. E' nel 1949 che la competizione si riaccende, in barba ai corvi del malaugurio che davano il rallye ormai per spacciato. Come a dare una sorta di continuità a questo evento sportivo a trionfare nell'edizione del '49 è di nuovo Jean Trévoux su Hotchkiss 686, stesso pilota e stessa auto che portarono a casa il titolo un decennio prima.

1949 - Jean Trévoux su Hotchkiss 686 GS


Gli anni '50 si aprono con un'altra vittoria francese ed è Marcel Becquart a bordo della solita Hotchkiss 686 a portarla a casa. Con tutta probabilità la casa automobilistica francese si trovava in un periodo davvero proficuo, almeno per quel che riguarda le corse.

1950 - Marcel Becquart su Hotchkiss 686 GS


Francia, Francia e ancora Francia. Organizzazione dell'evento francese, pilota vincitore francese e auto trionfatrice francese. Certo giocano in casa ma sembra che i francesi continuino a fare man bassa al rallye. E' ancora una volta Jean Trévoux a vincere il titolo, in questo 1951 lo fa però a bordo di una Delahaye 175 S.

1951 - Jean Trévoux su Delahaye 175 S


L'egemonia francese viene finalmente interrotta nel 1952 per mano dell'australiano Sydney Herbert Allard, pilota e costruttore per la casa automobilistica che porta il suo nome. A bordo della Allard P1 Sport taglierà il traguardo con il tempo migliore dopo essere partito da Glasgow. Nella stessa edizione partecipa al rally anche la moglie di Allard ritiratasi prima della fine della gara.

1952 - Sydney Herbert Allard su Allard P1 Sport


Nel 1953 è la volta dell'Olanda di portare a casa l'ormai prestigioso titolo. Maurice Gatsonides a bordo di una Ford Zephir vinse questa edizione grazie anche all'aiuto del pubblico che continuò a buttare acqua nel radiatore forato della Zephir, cose d'altri tempi!

1953 - Maurice Gatsonides su Ford Zephir


L'edizione del '54 è un pochino speciale, vede infatti il trionfo di un pilota monegasco, Louis Chiron, pilota di Formula 1 e futuro direttore del Gran Premio di Monaco. Secondo pilota l'italiano Ciro Basadonna. L'equipe porta a casa la vittoria a bordo di una Lancia Aurelia GT.

1954 - Louis Chiron su Lancia Aurelia GT


L'anno successivo, con partenza da Oslo, a trionfare è la Sunbeam Mk III pilotata dal norvegese Per Malling. L'auto è di matrice inglese.

1955 - Per Malling su Sunbeam Mk III


Ancora Australia nell'edizione del 1956 grazie alla vittoria di Ronnie J. Adams su un marchio prestigioso, a trionfare è una Jaguar Mk VII. L'anno successivo il rallye non si disputerà a causa di una crisi politico/economica che impedisce investimenti per garantire l'uso del carburante ai piloti. Si riprenderà l'anno successivo con l'edizione del '58.

1956 - Ronnie J. Adams su Jaguar MK VII


Per il finale di decennio sono i francesi a tornare alla ribalta aggiudicandosi le edizioni '58 e '59. Per la prima delle due la vittoria va a Jacques Féret su Renault Dauphine mentre gli anni '50 si chiudono con il trionfo di Paul Coltelloni su Citroen ID.

1958 - Jacques Féret su Renault Dauphine


1959 - Paul Coltelloni su Citroen ID


Vediamo ora se ci è possibile ammirare queste splendide auto in immagini più recenti in modo da apprezzarle al meglio. Evito di proporvi la Hotchkiss 686 vincitrice delle prime due edizioni prese qui in esame perché già proposta nello scorso appuntamento, passiamo quindi alle auto restanti.


Delahaye 175 S vincitrice nel 1951


Allard P1 Sport vincitrice nel 1952


Ford Zephyr vincitrice nel 1953


Lancia Aurelia GT vincitrice nel 1954


Sunbeam-Talbot MKIII vincitrice nel 1955


Jaguar MK VII vincitrice nel 1956


Renault Dauphine vincitrice nel 1958


Citroen ID vincitrice nel 1959

Nessun commento:

Posta un commento