mercoledì 24 agosto 2011

A-Z: AA.VV. - PULP FICTION

Nel 1994 esce Pulp Fiction di Quentin Tarantino, film che ha segnato il decennio cinematografico (e non solo) con buona pace dei detrattori.

Tanto bello il film quanto valida la colonna sonora. Tarantino sarà anche uno che ricicla ma come lo fa lui nessuno. Ottima anche la scelta musicale che spazia tra vari generi riuscendo comunque a creare un accompagnamento alla narrazione che risulta omogeneo per quanto azzeccato.

Gli Urge Overkill prestano al film la loro cover, decisamente convincente, di un pezzo di Neil Diamond del 1967. Il pezzo è Girl, you'll be a woman soon.



Girl, you'll be a woman... soon

I love you so much, can't count all the ways
I've died for you girl and all they can say is
"He's not your kind"
They never get tired of putting me down
And I'll never know when I come around
What I'm gonna find
Don't let them make up your mind.
Don't you know...

Girl, you'll be a woman soon,
Please, come take my hand
Girl, you'll be a woman soon,
Soon, you'll need a man

I've been misunderstood for all of my life
But what they're saying girl it cuts like a knife
"The boy's no good"
Well I've finally found what I'm a looking for
But if they get their chance they'll end it for sure
Surely would
Baby I've done all I could
Now it's up to you...

Girl, you'll be a woman soon,
Please, come take my hand
Girl, you'll be a woman soon,
Soon, you'll need a man

Girl, you'll be a woman soon,
Please, come take my hand
Girl, you'll be a woman soon,
Soon but soon, you'll need a man


Parecchio Surf Rock nell'album, ed ecco il re del surf con il brano portante della pellicola (in realtà un tradizionale greco), l'inguardabile Dick Dale con Miserlou incisa nel 1962.

9 commenti:

  1. Anche questo un ottimo pezzo, in effetti la soundtrack ne è piena.

    RispondiElimina
  2. Amo: film, regista e musica. Peccato che poi questo gruppo non sia riuscito a tirar fuori dal cilindro un brano altrettanto bello come questo, anche se mi rendo conto che è cosa non da poco.

    RispondiElimina
  3. Domanda: "E di chi era il brano?"
    Risposta: "Ecco qui l'originale :-)"

    RispondiElimina
  4. L'ultimo brano è una cover di Perfidia di ALBERTO DOMINGUEZ.

    RispondiElimina
  5. Ha, ha!Io quando dicevo "questo gruppo" parlavo degli Urge Overkill!..Comunque Surf Rider è un capolavoro e Dick Dale davvero imbarazzante!
    Grazie per le precisazioni Morgana, sempre molto puntuale. Non è "esattamente" surf, ma se vi piacciono le atmosfere stradaiole e assolate vi consiglio Ry Cooder, soprattutto i pezzi di Paris Texsas, film di Wim Wenders.

    RispondiElimina
  6. Ry Cooder mi manca e spero di riuscire a guardare anche Paris Texas prima o poi.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...