lunedì 2 aprile 2012

MARVEL VINTAGE 7

Puntate precedenti

Dopo l'infornata di albi targati 1942 a base di storie comiche e animali antropomorfi, la prima novità in casa Timely del 1943 è l'esordio di Kid Komics, testata sulla quale andarono a confluire personaggi già visti su Young Allies e dove esordirono altri personaggi minori tra i quali la spalla del Sub-Mariner, Subbie (bel nome).

Cover di Kid Komics 1 del febbraio 1943 di Syd Shores





Bisogna aspettare l'estate per vedere qualche altra novità lanciata dalla casa editrice. La prima, datata in copertina autunno 1943, si inserisce nel filone animalcomico (neologismo da me creato in questo preciso istante) andando a presentare personaggi già rodati come Super Rabbit. Il titolo della collana è All-Surprise Comics.

Cover di All-Surprise Comics 1, artista sconosciuto


La seconda novità torna a puntare sui supereroi già affermati della casa editrice. Ancora una volta sono Cap, Namor e la Torcia Umana a mandare avanti la baracca insieme a personaggi all'epoca comunque noti come Trottola e Destroyer. All-Select Comics esordisce datato autunno 1943 e come succederà per Kid Komics riuscirà a portare a casa solamente una decina di uscite.

All Select Comics 1, autunno 1943, cover di Alex Schomburg

Altra uscita datata semplicemente 1943 dalla strana storia editoriale è Powerhouse Pepper Comics che vedrà la pubblicazione di un secondo numero solamente cinque anni più tardi. Sono anni difficili a causa della guerra e il razionamento delle risorse impone alla casa editrice l'abbandono di molte riviste pulp meno remunerative dei comics. Anche tra questi ultimi la precedenza veniva data alle serie umoristiche che potevano contare su un buon seguito e su team creativi meno pagati rispetto ai creatori delle serie supereroistiche.

Powerhouse Pepper Comics 1, artista sconosciuto


Nel 1944 le nuove uscite si contano in numero decisamente maggiore. Si punta anche sul versante romantico venato comunque di umorismo con l'antologico Tessie the typist, dove la bionda Tessie si spartiva lo spazio con personaggi già noti quali il sopra citato Powerhouse Pepper. Si segnala sull'antologia la striscia Hey look! di Harvey Kurtzman.

Tessie the typist 1, estate 1943, artista sconosciuto

Strana sorte editoriale anche per gli Young Allies che ci riprovano sulla serie Amazing Comics nell'autunno 1944, serie che dal numero 2 cambia nome in Complete Comics per chiudere subito dopo. Due serie per due numeri (e mi viene da pensare anche due lettori a questo punto).

Cover di Amazing Comics 1 di Alex Schomburg

Cover di Complete Comics 1 di Alex Schomburg

Continua...

4 commenti:

  1. Hai il mio plauso incondizionato, ormai, per l'etichetta Marvel Vintage. Dovresti pensare di raccogliere questi articoli da qualche parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luigi, magari quando ne avrò un bel po' da parte li propongo ad Orlando.

      Elimina
  2. Luigi ha avuto una splendida idea. Potresti raccoglierli tutti in un blog dedicato solo a MARVEL VINTAGE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedremo come si evolverà la cosa e soprattutto quante notizie riuscirò a trovare sulla Timely e in seguito sulla Atlas. Dalla nscita della vera e propria Marvel Comics poi non ci dovrebbero più essere problemi.

      Elimina