sabato 19 dicembre 2015

STAR WARS - EPISODIO V - L'IMPERO COLPISCE ANCORA

(Star Wars: Episode V - The Empire strikes back di Irvin Kershner, 1980)

Niente. Passato ormai del tempo dalla visione di Una nuova speranza ho provato a riproporre la saga di Star Wars a mia figlia ma non c'è stato niente da fare, ha preferito riguardarsi Hotel Transylvania per l'ennesima volta. Così mi sono rivisto in solitaria L'impero colpisce ancora: spettacolo e meraviglia. Il film ha una tenuta eccezionale nei confronti del tempo che passa, visivamente ancora oggi accattivante e spettacolare, con tantissime sequenze benedette da una fotografia azzeccatissima e scenografie da urlo.

Se per una questione puramente personale legata a ricordi d'infanzia e ad alcune specifiche scene ormai fisse nella mente ancor oggi preferisco l'episodio precedente (Una nuova speranza), la riscoperta della parte centrale della trilogia originale dopo anni dall'ultima visione è stata più che appagante, capace di ridimensionare anche le più piccole cattive impressioni che chissà perché mi portavo ancora dietro. Cattive impressioni in questo caso è un'espressione troppo forte, diciamo che ricordavo qualche lungaggine di troppo nelle sequenze con Yoda, lungaggini peraltro completamente assenti.

A farla da protagonista, più che gli scontri che pure non mancano, il rapporto romantico condito di battibecchi assortiti tra un giovane Harrison Ford nei panni di Ian Solo e la Principessa Leila (Carrie Fisher) che garantisce al film anche l'indispensabile dose di ironia e di battute indovinate e indimenticabili (il celebre ti amo - lo so ad esempio) e il più serioso, ma non troppo, addestramento alla Forza di Luke Skywalker (Mark Hamill) da parte del maestro Jedi Yoda. Importante anche l'ampliamento della geografia stellare con l'introduzione del pianeta ghiacciato Hoth, del nebbioso Dagobah dove verrà addestrato Luke e della città delle nuvole governata dal trafficone Lando Calrissian (Billy Dee Williams).


Infine la scena che tutti vogliono rivedere, la frase che tutti vogliono riascoltare, la già nota rivelazione che tutti vogliono rivivere. La tentazione del lato oscuro della forza. Da applausi anche alcune delle sequenze più dinamiche a partire dall'attacco dell'impero alle forze ribelli sul pianeta Hoth in un'incredibile scenario innevato fino ad arrivare allo scontro tra Luke e Darth Vader (David Prowse).

Non entro neanche nel merito della bellezza di tutto quel che riguarda il design delle astronavi, dei costumi, delle creature, dei droidi e di tutta la parte scenografico fantascientifica ancor oggi impeccabile. Probabilmente un brand che non andrà mai alla fine come dimostra il successo anche preventivo ottenuto dalla nuova pellicola della saga. Che dire ancora? Che la Forza sia con voi.


12 commenti:

  1. "Se pazienza tu non hai / insegnarti non posso, io".
    Ma Yoda era sardo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a quanto mi dicono che Yoda nella v.o. (la voce è di Frank Oz) parla un inglese sgrammaticato con una lieve traccia yiddish
      nella versione italiana i doppiatori hanno fatto un vero pasticcio... capito mi hai?

      Elimina
    2. Spettacolo è, questo io non sapevo. Yoda yiddish? Curioso io sono.

      Elimina
  2. Il mio preferito della serie, senza se e senza ma.
    Riguardo la scena principe tra Han e Leila, ricordo di aver letto che è stata una scelta istintiva di Harrison Ford, poiché nel copione quella risposta non era prevista.
    Comunque Hotel Transylvania non è malaccio dai, capisco la scelta di tua figlia, anche se non approvo. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hotel Transylvania era piaciuto anche a me, divertente, però l'avevamo rivisto da poco, ieri l'hanno ridato su Mtv e Laura ha voluto guardarlo un'altra volta :)

      Sembra che Harrison Ford dovesse rispondere con un semplice "Ti amo anch'io" o qualcosa del genere, la versione arrivata in sala è sicuramente più in linea con il personaggio, scelta molto azzeccata.

      Elimina
    2. Ehhhh i bimbi devono crescere. Capiranno :)

      Elimina
  3. E' il secondo film, dell'intera Saga, che preferisco.
    C'è il miglior colpo di scena di sempre. Che altro aggiungere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luke, io sono il cameriere del vicino di casa di tuo nonno...

      Elimina
  4. La prima trilogia l'ho adorata e tutt'ora la guarderei volentieri. La seconda comunque non mi è dispiaciuta, se la paragono alla prima mi pare una schifezza :D ma se la considero "semplicemente" come film di fantascienza usciti nei primi anni del 2000 allora ti dico che mi è piaciuta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La seconda trilogia mi riprometto di guardarla con attenzione, vidi al cinema il primo episodio che non mi entusiasmò, vorrei però recuperarla in toto, magari a breve ne parleremo :)

      Elimina
  5. Trilogia prima, per tutta la vita ^_^ Gradevoli i successivi e vedrò anche la nuova prova, ma senza aspettative: credo che l'errore sia tutto lì.
    P.S.: Hotel Transylvania è caruccio assai!
    Ciao Firma a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hotel Transylvania piacque parecchio anche a noi, purtroppo non siamo riusciti ad andare al cinema per il secondo episodio, lo recupereremo più avanti. Per l'ultimo Guerre Stellari anche a me piacerebbe fiondarmi in sala, spero di riuscirci :)

      Elimina