lunedì 14 settembre 2015

MINIONS

(di Pierre Coffin e Kyle Balda, 2015)

Sono andato a vedere Minions senza grandi aspettative dopo aver letto in rete pareri decisamente contrastanti su questo spin-off/prequel di Cattivissimo me con protagonisti i simpaticissimi affarini gialli assistenti dell'ormai ex malvagio Gru. Ad affossare ancor di più le aspettative, pessime notizie dal versante del doppiaggio. Con tutta probabilità ciò è stato un bene perché in fin dei conti nel guardare le imprese dei Minions mi sono divertito parecchio.

Il film è diviso idealmente in due parti, la seconda più lunga della prima e fortunatamente anche meglio riuscita. Quindi, vediamo... due parti di film e nessuna trama, mica male come colpo! Eh si, perché il plot è talmente esile da risultare quasi un mero pretesto per mettere in fila in maniera coerente una serie di gag con protagonisti i Minions, un po' come fanno i nostri comici da cabaret quando sbarcano al cinema, con la differenza che i Minions sono anarchicamente divertenti (o almeno sono divertenti).

Comunque l'idea di un lungo dedicato a personaggi che (non) parlano una lingua strampalata e incomprensibile, fatta da un miscuglio di espressioni inventate, italiano, inglese, spagnolo, coreano, etc..., è certamente coraggiosa. Il fatto meraviglioso è che questo intoppo invece di rivelarsi una difficoltà per gli sceneggiatori si è trasformato nel punto di forza (già dai film precedenti) che ha reso i Minions il fenomeno di merchandising spinto che è oggi sotto gli occhi di tutti. Mia figlia quest'anno ha il diario dei Minions e in questo momento uno Stuart vestito da hippie mi sta fissando con il suo unico occhio da una mensola là in alto. La pallina dei Minions chissà dov'è finita, le gommine sono nel portapenne. E oggi mio fratello ha avuto il coraggio di chiedermi "cosa sono i Minions?".

Parlando di linguaggio, chapeaux per Pierre Coffin, voce dei Minions, veramente un grande. Chapeaux anche per chi si ostina a far doppiare i film d'animazione alla Littizzetto, veramente fastidiosa e inascoltabile, questa volta addirittura affiancata da Fazio, coppia già di per se davvero poco esaltante, ci mancava solo il bancone di Che tempo che fa ed eravamo a posto. Comunque Fazio se la cava meglio della sua compare e nell'avanzare del film non ci si fa caso più di tanto, la voce fastidiosa rimane solo una.


Comprensibile invece la scelta di usare Alberto Angela come voce fuori campo per la prima parte del film, una sorta di documentario che narra l'origine dei Minions e le loro disavventure nel corso dei secoli alla ricerca del cattivo più cattivo da eleggere come loro signore e padrone. Dopo aver provato un tirannosauro, gli egizi, il Conte Dracula, Napoleone Bonaparte e uno Yeti, i Minions rimangono senza guida, soli e incompleti tendono alla depressione, finché un coraggioso terzetto composto da Kevin, Bob e Stuart partirà alla ricerca di un nuovo capo, approdando nella New York del 1968. Qui inizia l'ideale seconda parte del film con l'ingresso di personaggi umani e i Minions alla volta dell'Expo-Cattivi dove incontreranno una potenziale leader: Scarlet Sterminator.

Come dicevamo, poca trama, manca anche la moralina edificante se vogliamo, il tutto è puro casino, pura gag e a dire il vero anche parecchio divertente. I protagonisti sono azzeccatissimi, il livello d'animazione decisamente alto, ottime le ricostruzioni d'ambiente e d'epoca a New York come a Londra, davvero poco sottile la presa in giro degli inglesi con la loro mania per il the e la loro imperturbabilità, begli gli omaggi ai Beatles e alla Regina Elisabetta, fantastica la scelta dei brani inseriti in colonna sonora, canzoni d'epoca tra The Who, Turtles, Kinks, Doors e moltissimi altri. Poca storia, parecchie risate, può andar bene anche così.

17 commenti:

  1. Immaginavo che avrebbero usato lo stile che hai descritto.

    RispondiElimina
  2. Lo abbiamo visto a fine agosto al cinema, in via del tutto eccezionale. Perché era la prima volta che portavamo Teo al cinematografò :)
    Lui si è divertito parecchio e noi genitori un pochino. Il film ci è sembrato carino. E in effetti la Littizzetto già non ci era piaciuta in "Pirati! Briganti da strapazzo". Sarebbe molto peggio, però, se doppiasse i protagonisti buoni, piuttosto che i cattivi di turno. Di Fazio pensavo peggio. Alla fine non lo si riconosce nemmeno più di tanto. Geniale invece l'impiego iniziale di Alberto Angela.

    Comunque molto ha fatto il traino marketing. E' da un mese che questi affari gialli sono dappertutto. Devono aver investito un bel po' di soldi ma so che hanno ampiamente recuperato (non vorrei dire una sciocchezza, ma credo di aver letto che questo, fino ad ora, è stato il terzo film d'animazione più visto di sempre al cinema).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si, il film è carino, la Littizzetto da radiare dalla professione e Fazio meno peggio di quel che pensassi. Per quel che riguarda gli incassi sono convinto che il film, già remunerativissimo, sia solo la punta dell'iceberg e che i soldi grossi arrivino da tutto il merchandising diffuso copioso per tutto il pianeta.

      Elimina
  3. Da ignorante quale sono non sapevo nemmeno chi fossero.

    RispondiElimina
  4. Hai toccato il punto dolente del doppiaggio. Fino a tutti gli anni 90 avevamo uno fra i migliori doppiaggi del mondo, si arrivava al punto che Woody Allen faceva le congratulazioni a Lionello per come trasmetteva con la voce il suo "essere Woody Allen". I doppiatori venivano dal teatro ed erano grandi attori (sia che doppiassero John Wayne o Hiroshi Shiba). E' un'altra delle belle cose che abbiamo buttato via: recentemente ho visto alcuni film (Hesher; Shattered) per cui il confronto con l'originale americano mi risulta addirittura perdente (mai successo prima). Voci piatte, metalliche, stesso tono in ogni scena. Dialoghi semplificati. E poi la moda della celebrità che fa il doppiatore :-(
    Atroce ricordo di La Russa che doppia i Simpson! (beh forse era meglio se faceva solo quello...)

    I Minions non li ho visti. La mia nipotina li adora, ma certo che quella locandina con quei tre ... "affari" ... gialli visti da dietro è brutta forte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, la locandina è brutta, i Minions però sono simpatici. Concordo con te sul malcostume delle celebrità (che manco sono attori) al doppiaggio, ma perché? Già sulle serie tv mi sono convertito in toto all'originale, mica dovrò farlo anche per i cartoni?

      Elimina
  5. Sono sempre dell'idea che i Minions devono fare le spalle o al massimo i cortometraggi. Tuttavia non ti nego che mi hanno fatto sorridere, ovviamente i bimbi della mia famiglia l'hanno adorato all'impazzata!
    Ti do ragione anche su Fazio: ha doppiato meglio della Littizzeto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, il film era simpatico, però Cattivissimo me 1 e 2 avevano sicuramente una resa migliore, un lungo sulle spalle dei soli Minions è un po' troppo forse, nonostante i cosi siano molto divertenti :)

      Elimina
  6. Sono d'accordo con Marco, farci un film è un po' una forzatura, sicuramente i bambini li adorano, compreso il mio.

    RispondiElimina
  7. Non mi aspettavo recensione tanto entusiastica! Ma sono felice di leggerla!
    Questo piccoli esserini gialli sono adorabili e se ne coglieva il potenziale già dal primo Cattivissimo Me. Come i pinguini di Madagascar, del resto o lo Scrat de L'era Glaciale!
    Questi personaggi secondo me funzionano proprio per la loro semplicità e l'unica funzione e volontà che hanno è quella di far ridere... e se ci riescono il successo è assicurato! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mia, guarda nelle mie intenzioni non c'era quella di scrivere un post eccessivamente entusiasta, il film è lontano dall'essere perfetto però a mio avviso i Minions funzionano e divertono, direi che questa volta può bastare, certo se l'esperimento verrà ripetuto allora si dovrà fare di più.

      Elimina
  8. Guarda, mi sono fatto con il più piccolo di quattro anni un tour su youtube di spezzoni di questi esserini gialli da dar di volta al cervello, sempre gli stessi... a ripetizione. Non ne posso piùuuuuuuuu. Ritiro tutto quello che ho detto di buono gh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ah, croce e delizia d'essere genitori :)

      Elimina
  9. Dopo aver visto "Cattivissimo me" mi sono subito innamorato dei Minion e ho guardato il seguito solo per loro :D
    Questo film lo guarderò sicuramente anche se sapevo già del doppiaggio >_>

    RispondiElimina
  10. Beh, se sei fan dei Minions la visione è d'obbligo!

    RispondiElimina

Dai un'occhiata anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...