lunedì 28 settembre 2015

SUPEREROI IN TV

Non paghi di aver invaso le sale cinematografiche e di essere diventati una ricetta quasi perfetta per portar soldi nelle tasche delle major che ne detengono i rispettivi diritti, i supereroi sono sbarcati in massa ormai da qualche anno anche sul piccolo schermo. Tra personaggi nati sulle pagine dei fumetti e serial che semplicemente si inseriscono nel filone, come ad esempio Heroes (ora Heroes reborn), le storie dedicate a superpoteri e simili iniziano ad essere davvero parecchie.

Probabilmente, come accade al cinema, il genere tira e continua ad attrarre frotte di fan, a parte il caso dubbio di Constantine non mi pare che nessuna delle moderne serie messe in produzione da Marvel, Dc e simili (o chi per esse) sia mai stata a rischio cancellazione.

Ma in fin dei conti la qualità media di questi prodotti com'è? E soprattutto questi serial a chi sono rivolti?

A mio modesto parere, parere da amante del genere, quasi tutti questi serial vanno valutati con i dovuti distinguo. Ovvero, siete amanti del genere o non lo siete? Qui sta molta (ma non tutta) la differenza. Per chi è indifferente alle tematiche supereroiche, per chi non è amante del fumetto seriale, dei vari personaggi, e quindi cerca in queste serie quello che cerca nelle altre indistintamente, probabilmente il giudizio oscillerà da uno scarso (per i detrattori) a un discreto (per i possibilisti).

Lo ammetto, se non fossi cresciuto a pane e fumetti probabilmente al posto di Arrow o Agents of Shield mi dedicherei con più assiduità a serial come Mad Man, I Soprano, The Walking Dead o a quello che pare a voi, prodotti qualitativamente e indubbiamente superiori. Da fan o nerd capace di cogliere quasi tutti i riferimenti e le strizzate d'occhio presenti in questi serial, reputo la loro riuscita globalmente più che discreta, cosa che un non fan probabilmente non farà, con la possibile eccezione per il recente Daredevil, ma di questo magari ne riparliamo.

Cosa c'è in giro?


Arrow: arrivato alla terza stagione il serial continua la sua opera di consolidamento, probabilmente la strada tracciata funziona e quindi non si cambia. Si rincorre l'approccio al genere il più possibilmente realistico sulla falsa riga del Batman di Nolan (dal quale siamo però molto, molto distanti), una visione dura e cinica dell'eroe o, se vogliamo, dell'antieroe. In questa terza stagione le rogne affrontate da Oliver Queen (Stephen Amell) e soci sono ad opera del temibile Ras Al Ghul (Matt Nable) e della sua Lega degli assassini. Sembra si cerchi la costante escalation alla situazione sempre più ostica e difficile da gestire per gli eroi della serie costretti a destreggiarsi tra tradimenti e scelte terribili. Prosegue a livello narrativo il doppio piano temporale presente/passato che inizia a mostrare un po' la corda. Sempre più corale con i nuovi ingressi di eroi come Katana, Atom, Speedy e Black Canary, ormai a Starling City tutti sono dei vigilantes, dal capitano d'industria all'uomo delle pizze. Dal cast si poteva forse chiedere qualcosina di meglio. Comunque il serial tiene botta, per chi ha gradito le stagioni precedenti anche questa non deluderà.

The Flash: esordio per il velocista scarlatto in questa prima stagione nella quale si è guardato a un lato del supereroe decisamente più classico: più superpoteri, più ironia, meno pose da duri, soprannomi, costumini in spandex e una trama orizzontale gradevole e ben costruita. Qui ci sono paradossi temporali, acceleratori di particelle, scienza impazzita, super armi e chi più ne ha più ne metta. Insomma, il classico supereroe, per molti aspetti più genuino e meno tirato per i capelli di Arrow in quanto qui tutto è più giustificabile. Cast più in palla con i volti giusti al posto giusto, da segnalare nel ruolo del padre di Flash (Grant Gustin) il Flash televisivo degli anni '90, John Wesley Shipp. Nel corso della serie un paio di crossover con Arrow a rendere organica la narrazione di casa DC.


Gotham: all'esordio ancora una serie DC Comics ma al momento slegata dalle due precedenti. Apparentemente siamo in un'epoca anteriore, in una Gotham City comunque moderna (ci sono i cellulari, i computer, etc...) ma nella quale Bruce Wayne (David Mazouz), il futuro Batman, è ancora un bambino. I veri protagonisti sono il detective Jim Gordon (Benjamin McKenzie) e il suo socio corrotto Harvey Bullock (Donal Logue), il passo è quello del police procedural più che quello del telefilm supereroico. Interessante vedere ritratti i primi passi di noti criminali e futuri eroi, ma è più che altro un gioco di citazioni e i pregi della serie, a parte qualche sequenza ben riuscita è una buona ambientazione scenografica, si fermano più o meno qui. Discontinua e non sempre convincente, davvero ottimi però alcuni componenti del cast come Sean Pertwee (Alfred) e Robin Lord Taylor (Il Pinguino).

Constantine: fermata ai tredici episodi, un po' prima del previsto, la serie delude soprattutto chi come me ama il personaggio di John Constantine. Nonostante Matt Ryan sia un protagonista credibile il John Constantine tratteggiato da Delano, Ellis, Ennis e compagnia cantante tra le pagine di Hellblazer era ben altra cosa, probabilmente inarrivabile. Nel genere magico orrorifico per tutti decisamente meglio Supernatural che almeno è divertente.

Supergirl: mandato in onda il pre-air, ancora troppo poco per giudicare ma la prima impressione non promette grandi cose. Superman sempre presente ma erroneamente mai mostrato per intero in video, plot poco intrigante, attesa per la serie pari a zero. Si vedrà.

Supergirl

Agents of Shield: anche qui, come per Arrow, si continua sul sentiero noto lungo il quale la serie procede tra alti e bassi per un risultato finale comunque discreto. Discontinua, con momenti entusiasmanti (o quasi) e puntate fiacche.

Daredevil: non ho ancora avuto modo di completare la serie che è semplicemente e senza ombra di dubbio il miglior prodotto del genere, una serie dii ottimo livello che può competere con molti altri serial non supereroici. Da vedere, ma magari di questa ne riparliamo più avanti.

Un fenomeno parecchio esteso, che questo sia un bene o un male ditemelo voi. Che ne pensate di tutto questo popò di roba?

Daredevil

20 commenti:

  1. Di questi ho visto solo Daredevil: merita davvero tanto. Il resto mi è ignoto, o visto davvero poco..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo proprio che tu abbia visto il meglio che offre la piazza.

      Elimina
  2. Ho seguito Arrow dall'inizio e non mi era dispiaciuto, anche se parecchi passaggi parevano aver attinto a film o a serie di successo: Lost, Il Cavaliere oscuro (come hai detto tu stesso). Però godibile. Poi, sarà che sono io che sto invecchiando, l'intreccio sta diventando un pelino troppo complesso e mi sono stancato. Un po' meglio Flash, che attendo per le serie successive. Non mi sono mai appassionato ad Agent of Shield, però le puntate che ho visto non mi sono dispiaciute.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Flash è più genuinamente supereroico, più lineare (nonostante i viaggi temporali), con protagonista un eroi positivo come i vecchi eroi dei '60. Ti consiglio nel mucchio di recuperare Daredevil che ha proprio un altro passo e si fregia di un grandissimo Vincent D'Onofrio nei panni di Kingpin.

      Elimina
  3. "Ormai a Starling City tutti sono dei vigilantes, dal capitano d'industria all'uomo delle pizze."
    Bello, mi ricorda un vecchio sketch dei Monty Python: c'è questo mondo dove tutti sono Superman, con costume e mantello, ma evidentemente nessuno sa riparare le biciclette. All'improvviso una bicicletta si rompe ... Panico!
    Ma niente paura: uno dei supermen con aria furtiva si introduce in una cabina telefonica, ne esce vestito da operaio con la borsa degli attrezzi. E' un uccello? un aereo? No! E' lui... "Quello-che-ripara-biciclette"! :-D
    Mi sa che non andrò mai a Starling City.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, a Starling City è proprio così, fora una camera d'aria e sono tutti cazzi tuoi. Tra l'altro forerai sicuramente perché qualche picio ti tira una freccia nella ruota.

      Elimina
  4. Non ho visto tutte quelle nominate ma sicuramente Daredevil ha una marcia in più perché non è semplicemente un telefilm sui supereroi, anzi.

    RispondiElimina
  5. Quanta roba! Io ho visto davvero pochissimo. La prima (mezza) stagione di Arrow non mi è dispiaciuta, ma i toni dark sono riusciti solo a metà (senza tener conto che che Green Arrow è anche altro, a dire il vero). Carini anche i primi due episodi di Flash, ma i qui il timbro scanzonato fa si che non ti attacchi alla poltrona. Le altre, così come sono, tanto tanto tanto sonno. Sbadigli e sonno. Di Hellblazer non voglio nemmeno parlare.
    Daredevil invece è stata una roba grandiosa perché ha dimostrato che qualcosa di davvero buono si può fare anche con i tizi che vestono mutandoni (solo alla fine, però, guarda caso) e con il viziaccio di saltare sui tetti. Tanto curioso di capire come si muoveranno per la seconda stagione, però (che quel costumino lì non prometto nulla di buono).

    Ma soprattutto qui si è in spasmodica attesa sulla serie di Preacher. Nient'altro :)

    P.S.: So che c'entra poco, ma fallo, guarda i Soprano. Io sto riguardando la quinta. Giuro che non ho voglia di guardare nient'altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sentito che tutti sono rimasti perplessi dal costumino rosso di Daredevil, io ancora non ci sono arrivato, ho visto però la puntata dedicata all'infanzia di Kingpin, grande cinema. Per il prossimo futuro mi incuriosisce parecchio anche Jessica Jones, vedremo.

      I Soprano devo riprenderlo. Assolutamente.

      Elimina
  6. Qui mi trovo in difficoltà, i super eroi nelle serie tv faccio fatica a digerirli. Li tollero poco nei film, sono rimasto ai fumetti. Quelli che sono usciti al cinema li ho visti per accontentare i miei figli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel genere c'è sicuramente roba valida, vedi il Batman di Nolan o i divertenti Avengers (il primo) o I Guardiani della Galassia. In tele per Daredevil tanto di cappello.

      Elimina
  7. Da vecchio fan del cornetto, considero la sua serie un vero capolavoro.
    Riguardo le altre, ho visto più o meno due, tre episodi Gotham e dello Shield ma li ho mollati in breve tempo, mentre Flash è una delle serie preferite di mio fratello, ma a me non acchiappa per nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente Devil ha un altro passo, per il resto credo che le più continue a livello qualitativo, poi possono piacere o meno, siano Arrow e The Flash.

      Elimina
  8. Partiamo dal presupposto che il tempo a disposizione è sempre parecchio carente, e, molto spesso, preferisco dedicarlo alle certezze. Il rovescio della medaglia è che poi mi faccio maratone improponibili per tornare al passo coi tempi XD

    comunque, rispetto alla tua lista:

    - Arrow: ho visto la prima stagione e, nel complesso, mi è piaciuta, forse non tantissimo da proseguire puntata per puntata con l'avanzare delle altre stagioni - da recuperare, prima o poi.

    - The Flash, Gotham, Daredevil, Constantine: a parte il primo, di cui mi "spaventa" il probabile confronto -a livello affettivo- con la serie storica, degli altri ne ho sentito parlare molto bene e presto o tardi darò loro una possibilità.

    - Supergirl: tralasciando un possibile commento positivo e maschilista al massimo :P mi ha incuriosito, tanto da farmi ricercare il film di eoni fa ('84 se non ricordo male), messo anch'esso in lista d'attesa per la visione.

    - Agents of Shield: è l'unico che ho sbranato (l'ho iniziato a metà della seconda stagione) e di cui attendo impaziente il seguito, penso basti come commento :D


    Aggiungo a questa tua lista 2 titoli, il primo calzante in maniera forzata, il secondo per un obbligo morale nei tuoi confronti, anche se non c'entra nulla con il post XD

    - Lucifer: le conseguenze della noia dell'antieroe che forse si divertirà a diventare eroe

    - Black mirror: la notizia di qualche giorno fa lascia ben sperare... una terza stagione di addirittura 12 episodi!

    Ebbene sì, ho colto al volo il tuo consiglio e ho visionato la prima stagione, e messo in attesa la seconda perché voglio godermela come si conviene: sicuramente avremo tempo e modo di riparlarne ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa posso dirti? Allora, se hai gradito Agents of Shield credo che almeno anche Arrow e The Flash, che comunque presentano delle differenze di stile tra loro e con il primo, potresti provare a recuperarle.

      Se poi ti han parlato bene di tutte quelle serie che citi io non posso che avvertirti sul fatto che probabilmente hanno buttato nel calderone cose molto diverse tra loro, per stile e per qualità. Daredevil non è paragonabile alle altre, è a un livello molto più alto, grande televisione. Constantine invece a mio avviso è sinceramente meno riuscita, a chi non conosce il fumetto però potrebbe anche piacere (comunque continuo a consigliare la visione di Supernatural piuttosto). Gotham è più strana, da vedere per giudicare, sicuramente non eccelsa e un po' al di sotto delle aspettative.

      Supergirl: si, beh, lei è caruccia in gonnellino :)

      Lucifer non l'ho provata, ricordo però che trovavo la serie Vertigo a lui dedicata un po' pesantuccia.

      Per Black Mirror devo dire che avrei preferito i canonici tre episodi ai dodici annunciati, temo che la produzione più estesa possa andare a discapito della qualità, speriamo di no per la serie più intelligente del momento.

      Elimina
  9. Ho dimenticato di specificare che i consigli di visione arrivano da persone diverse, con gusti diversi, e sono più portato a rispondere agli inviti che a declinarli, a meno di "schifo" a furor di popolo :D

    Rispetto alla tua analisi, comunque, mi sono fatto un'idea almeno delle precedenze da dare.

    Supergirl: beh sì, ma non solo! :D aggiungo che nel trailer visionato, lei mi ha ricordato molto Alicia Silverstone, non so se solo per "somiglianza" fisica o recitativa, staremo a vedere cosa ci propineranno.

    Lucifer: il riferimento è quello, ma, vista la concorrenza e le esigenze di mercato, penso che ci troveremo davanti ad un prodotto sicuramente più leggero e fruibile. Appena avrò un po' di tempo a disposizione, proverò a visionare il pre-air, chissà...

    E per finire Black Mirror: sulle prime ho avuto lo stesso pensiero, valutando anche il come potrebbero mai adattare l'opera ai tempi tecnici e ai temi sviscerati in modo così particolare. Sarebbe inoltre interessante capire se vogliono osare con una continuità o con relazioni tra episodi (non solo un "Parte 1, Parte 2, ecc", ma proprio un intreccio con trama estesa), o mantenere lo standard utilizzato nelle precedenti 2 stagioni, ari-chissà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per Black Mirror non ci resta che stare a vedere, su Lucifer la penso come te, per esigenze di mercato dovranno alleggerire, il rischio in casi come questo è quello poi di annacquare troppo l'opera originale (vedi Constantine). La protagonista di Supergirl è effettivamente il tipo della Silverstone, forse anche un po' più acqua e sapone. Per i consigli invece ok, pensavo arrivassero da una fonte unica :)

      Elimina
  10. Le serie tv su i supereroi non hanno mai destato il mio interesse, le uniche che ho visto sono state Flash (del 1990) e L'incredibile Hulk (con Lou Ferrigno).
    Come serie tratta da fumetti sto guardando The Walking Dead, ma lì non ci sono supereroi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. The walking dead piace parecchio anche a me, sono un po' indietro però... comunque almeno Daredevil provala, non ti pentirai.

      Elimina

Dai un'occhiata anche a...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...