domenica 18 settembre 2011

NOSTALGIA 8: MERAVIGLIOSE FIGURINE PER LE MIE RICERCHE

Oggi mia moglie e mia figlia sono passate a trovare la nonna impegnata al banco di deficienza (in realtà è un banco di beneficenza).

Non so per quale strano motivo Laura si è convinta che questo si chiami realmente banco di deficienza. Noi non le abbiamo mai detto nulla del genere, deve aver male interpretato qualcosa ed è convinta davvero di recarsi al banco di deficienza.

La cosa è talmente divertente che noi, snaturati genitori, non abbiamo mai smentito.

Oggi è tornata a casa con una busta piena di cianfrusaglie di nessun valore vinte al banco di deficienza.

La cosa più interessante era la carta con la quale avevano avvolto una delle sopra citate cianfrusaglie.

Si trattava infatti di un paio di numeri della collana Meravigliose figurine per le mie ricerche che mi hanno fatto fare un bel tuffo nel passato. Erano anni che non vedevo questi libretti ormai rimossi dalla mia mente.

I due numeri trovati sono dedicati a Liguria e agli Uomini illustri.

All'interno foto o disegni corredati sul retro da una breve descrizione o storia su ciò che la figurina raffigura.



La collana affrontava i più svariati argomenti: regioni, animali, fiori, mezzi di trasporto, paesi europei, fossili, maschere e costumi, il pianeta Terra, il corpo umano, il carbone e il petroli e tanto altro... mamma mia che viaggio.

15 commenti:

  1. Nostalgia, nostalgia canaglia
    che ti prende proprio quando non vuoi
    la la la la la la la la la la la
    la la la la la la la la la

    Mi ricordo che utilizzai il numero sul BRASILE per una ricerca. Credo di avere i suoi resti dentro una vecchia cartellina delle medie.

    RispondiElimina
  2. AVETE ROTTO IL CAZZO!

    Robbo Siffredi

    RispondiElimina
  3. Robbo Siffredi? Ahahahahahahah!

    Puoi farmi un favore Robbo? Puoi farmi conoscere tuo cugino Rocco? :-)

    RispondiElimina
  4. Ma che...?
    Mai visto o sentito parlare delle figurine per le mie ricerche. Ma doveva essere una roba affascinante :)

    RispondiElimina
  5. Ma dai? Erano davvero molto diffusi, trovavi i numeri anche nelle cartolerie se non sbaglio e si usavano moltissimo. Quando hai fatto le elementari eri a Torino? Perché non so se avevano diffusione nazionale.
    Li pubblicava la Edizioni Salvadeo che era proprio di Torino.

    RispondiElimina
  6. Mai visti..allora hai ragione, non sono così vecchia :D

    RispondiElimina
  7. Nooo, ma guarda che hai ritrovato! Io ne compravo a tonnellate, incollavo qualche foto e le portavo al maestro. Praticamente tutta la mia preparazione scolastica è basata su questi librettini del cavolo! ^^

    Simone

    RispondiElimina
  8. Per le ricerche delle elementari andavano bene, facevano la loro porca figura :)

    RispondiElimina
  9. Certo che me le ricordo: quelle copertine beige, le fotine da ritagliare con dietro il suntino scritto da chissà qualche oscuro redattore su una Olivetti verde oliva, forbici, colla, quadernone... un altro mondo, che nemmeno nell'immaginazione degli scrittori di SF avrebbe mai previsto qualcosa come un motore di ricerca...

    RispondiElimina
  10. Questo conferma che erano a diffusione nazionale, non credo che Luke abbia fatto le elementari a Torino.

    RispondiElimina
  11. Confermo, le compravo a Caserta...
    Raffaele.

    RispondiElimina
  12. Ciao Raffaele, benvenuto.

    Quindi abbiamo Nord, Centro e Sud. La diffusione nazionale è confermata!

    RispondiElimina
  13. io ne tengo ancora una trentina

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...