giovedì 7 aprile 2011

LE COSE CHE... UN POST PER ESORCIZZARE L'INCAZZATURA

Mi sembra ormai passato un sacco di tempo da quando pubblicai il post Le cose che... vi fanno incazzare.

Oggi sento il bisogno di riesumarlo, riportarlo in vita nella speranza che riesca a spazzar via l'incazzatura. Al via il post catartico.

Cosa vi fa incazzare? Ditemi la vostra un'altra volta.

A me fa incazzare ricevere una raccomandata dall'Agenzia delle Entrate secondo la quale devo pagare più di 600 euro per un errore su una dichiarazione dei redditi di tre anni fa.

Mi fa incazzare perchè non mi è chiaro dove sia l'errore.
Mi fa incazzare perchè il 730 all'epoca compilato è stato controllato dal Caf.
Mi fa incazzare perchè al Caf stamattina mi dicono che il problema potrebbe essere scaturito nella dichiarazione del 2006 (cinque anni fa signori) ed essersi spostata anno per anno fino al 2008 (ho un'idea di cosa questo significhi ma non ve lo sto a spiegare, sarebbe troppo noioso)
Mi fa incazzare perchè me lo comunicano con cinque anni di ritardo.
Mi fa incazzare perchè per il loro ritardo pretendono, oltre al rimborso della cifra che secondo loro non mi spettava (avrei avuto più deduzioni, non ho neanche evaso), gli interessi e l'ammenda.
Mi fa incazzare perchè loro se la prendono comoda ma io devo pagare entro e non oltre 30 giorni.
Mi fa incazzare perchè la cifra secondo loro è anche scontata, se non pago entro 30 giorni, l'ammenda (e forse anche gli interessi o l'intera cifra non ho ben capito) aumenterà di un terzo.
E sembra che mi stiano anche facendo un favore.

Ma andatevene un po' a cagare.

Mi fa incazzare perchè ci sono merde straricche che non sanno dove le tasse stiano di casa e nessuno muove un dito.

Spero di non dovermi incazzare oltremisura anche domani. Una gita all'Agenzia delle Entrate. Presento la Carta Musei.

3 commenti:

  1. E beh, per forza. La tengono lì a crescere e te l'inviano a qualche giorno dalla prescrizione. O almeno, non so se il caso sia lo stesso, ma era accaduto anche a me qualche anno fa.
    Un abbraccio solidale, Dario.

    RispondiElimina
  2. Grazie per la solidarietà Luigi. Questa volta però l'ho spuntata io. Sono andato stamane a sostenere le mie ragioni all'Agenzia delle Entrate.

    Risultato: avevo ragione io e l'errore era loro. Mi hanno tolto la sanzione e mi tengo anche il rimborso che era legittimo. Incazzatura sbollita :)

    RispondiElimina
  3. Questa è una grande notizia, Dario. Si son giustamente salvati un po' di soldini E tanto basta affinchè il venerdì possa diventare un gran bel venerdì rispetto le previsioni :)

    Son contento per te.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...