venerdì 5 novembre 2010

BACK TO THE PAST: 1968 PT. 4

Penultimo appuntamento con il 1968 nel quale ci occuperemo di atmosfere ancora Psych e in parte Prog.

Inizia l'evoluzione del suono marcato Pink Floyd, entra in formazione David Gilmour e se ne allontana l'ormai ingestibile Syd Barrett. L'album A saucerful of secrets sarà l'ultimo al quale Barrett prenderà parte. Set the control to the heart of the sun è l'unico pezzo dove i 5 Floyd suonano tutti insieme. Space rock?



Gli Amboy Dukes, gruppo nel quale alla chitarra milita Ted Nugent, incidono un pezzo molto vicino per tematiche alle correnti Psych e Acid Rock: Journey to the center of the mind.



I Jethro Tull hanno attraversato un po' i generi toccando il folk rock il progressive e dedicandosi anche alla composizione di lunghe suite. Torna prepotente alla mente il flauto traverso di Ian Anderson suonato, come in questa A song for Jeffrey, nella classica posizione in equilibrio su una sola gamba.



Keith Emerson, futuro tastierista degli Emerson Lake e Palmer, con i suoi The Nice dà un'interpretazione prettamente prog del brano America composto da Leonard Bernstein.



Altro debutto inserito nel filone progressive è quello dei Family che con l'album Music in a doll's house lasciano il loro contributo al genere. Ascoltiamo Me, my friend.

1 commento:

  1. La segnalatrice17 ottobre 2011 11:01

    Il flauto traverso di Ian Anderson suonato nella classica posizione in equilibrio su una sola gamba non si vede più :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...