lunedì 22 settembre 2014

VISIONI 57

In occasione della mostra organizzata dal Museum of the city of New York intitolata Mac Conner: A New York life, ne approfitto per proporvi alcuni lavori dell'artista. McCauley (detto Mac) Conner si trasferì a New York nel 1950, lavorava allora per le pubblicazioni della Marina Militare rimanendo poi nella Grande Mela esplorandone il settore editoriale/pubblicitario allora in pieno fermento.

I suoi disegni graziarono campagne pubblicitarie e pagine di riviste come Cosmopolitan e Good Housekeeping.

Come dice l'introduzione alla mostra sul sito del museo, il lavoro di Conner, come quello di altri famosi illustratori e pubblicitari dell'epoca, contribuì a forgiare cultura e stile americano del dopoguerra.


Illustrazione per Let's take a trip up the Nile su This Week Magazine



Illustr. per The girl who was crazy about Jimmy Durante su Woman's Day



Illustrazione per Killer in the club car su This Week Magazine



Illustrazione per How do you love me su Woman's Home Companion



Illustrazione per Where's Mary Smith? su Good Housekeeping



Illustrazione per There's death for remembrance su This Week Magazine



Illustrazione per Strictly respectable su Redbook



Illustrazione per Hold on tight su Redbook



Illustrazione per We won't be any trouble su Collier's

6 commenti:

  1. Molto molto belle, si. Anche se il debito con Norman Rockwell è davvero grande, mi sembra di capire :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, anche nella presentazione della mostra sul sito del Museum of the City of New York l'ammirazione per il lavoro di Rockwell da parte di Conner è palesemente dichiarata.

      Elimina
  2. Non chiedermi come, ma questo autore l'ho conosciuto grazie ai Simpson :)

    RispondiElimina
  3. Bell'articolo. Un'iniezione di vintage! (e molto altro)

    RispondiElimina